Sicurezza stradale alla Bassona e a Cadidavid, in arrivo due semafori

Gli incroci interessati sono quelli tra le vie Ca' di Aprili, del Vignale e Muraiola a Cadidavid e tra via Gardesane e via Bassone

L'assessore Zanotto all'incrocio di Ca' di Aprili

Gli incroci tra le vie Ca' di Aprili, del Vignale e Muraiola a Cadidavid e tra via Gardesane e via Bassone non saranno più pericolosi per gli utenti della strada. Il Comune di Verona ha predisposto un importante intervento di manutenzione straordinaria sugli impianti semaforici presenti su entrambi gli incroci, per aumentare il livello di sicurezza in ambito stradale a vantaggio anche dei rispettivi quartieri. Il costo complessivo dell’opera è di circa 77mila euro.

Attualmente, sugli incroci di Cadidavid e alla Bassona, è presente un impianto semaforico lampeggiante che ha la funzione di segnalare la pericolosità dell'intersezione, gestita con il segnale di Stop. Nonostante la presenza della segnaletica verticale e delle segnalazioni luminose in funzione 24 ore su 24, entrambi gli incroci sono stati in passato luogo di incidenti con feriti. Da qui la decisione dell'amministrazione di intervenire in modo risolutivo, dotando i due quartieri di un impianto semaforico a colori e adeguando sia la segnaletica orizzontale che le infrastrutture stradali già presenti.
I lavori per adeguare entrambi i semafori sono già iniziati e proseguono secondo le tempistiche programmate. L’obiettivo è far si che tutto sia pronto per l'inizio di settembre, come promesso l'anno scorso dall’assessore alla mobilità e traffico Luca Zanotto.

E per verificare lo stato dell'arte dei lavori, proprio l'assessore Zanotto questa mattina, 20 agosto, si è recato in sopralluogo a Cadidavid, insieme al presidente della quinta circoscrizione Raimondo Dilara.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

È sufficiente fermarsi qui qualche minuto per rendersi conto di quanto questo incrocio non sia sicuro per chi si trova sulla strada - ha detto Zanotto - Le infrastrutture a lato della carreggiata come il muretto e il guard rail penalizzano la visibilità, costringendo gli automobilisti a sporgersi oltre lo Stop per vedere se la strada è libera. Una situazione pericolosa anche per motociclisti e ciclisti, che peggiora nelle ore serali o notturne.
Lo stesso intervento è già in corso d'opera alla Bassona, dove il problema è legato anche alla velocità con cui le auto percorrono via Gardesane, nonostante il limite di velocità in vigore in quanto si tratta di zone abitate.
Il semaforo a colori è la soluzione che garantisce la maggiore sicurezza. Saranno infatti i colori a dire chi può passare e chi no, tutelando cosi chi proviene da tutte le direzioni. Sono due interventi decisi ancora l'anno scorso e che ora riusciamo a realizzare, nei tempi programmati con le circoscrizioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attaccata sotto la sedia, nascondeva una scatola con quasi mezzo chilo di coca

  • Coronavirus: Verona segna ancora il peggior aumento di casi positivi totali in Veneto

  • Ancora un dramma sulle strade: motociclista muore dopo lo scontro con un cervo

  • Ricercato in tutta Europa, viene scoperto ed arrestato dai carabinieri di Legnago

  • Movida in Erbe a Verona: immagini denuncia sui social (e le webcam registrano tutto)

  • Coronavirus a Verona: 25 nuovi casi e 4 decessi in poche ore, ma diminuiscono i "positivi"

Torna su
VeronaSera è in caricamento