Nuova coppia di lupi in Lessinia: presenza accertata dai filmati, ci sono 5 cuccioli 

La scoperta grazie ad alcuni avvistamenti "diretti" ed alle immagini delle fototrappole

Nuova coppia di lupi e cuccioli in Lessinia

Il Coordinatore del Parco della Lessinia, Diego Lonardoni, e i carabinieri forestali riferiscono in una nota che, durante le scorse settimane, grazie ad alcuni avvistamenti diretti ed a molteplici video realizzati con "fototrappola", hanno permesso di accertare la presenza e la riproduzione, comprensiva di cinque cuccioli, di una nuova coppia di lupi insediatasi da quest’anno nella Lessinia centro-orientale.

Il video dei nuovi cuccioli di lupo scoperti nella Lessinia centro-orientale

Questo, dunque, il risultato dell’attività di monitoraggio svolta dal personale dei carabinieri forestale della Stazione di Bosco Chiesanuova e del Servizio Guardaparco del Parco Naturale Regionale della Lessinia. Secondo quanto si apprende, l’attività di monitoraggio e vigilanza continueranno al fine non solo di identificare geneticamente i nuovi nati, ma anche di seguire e tenere costantemente sotto controllo le attività del nuovo nucleo familiare.

Nella Lessinia trentina il personale della Stazione Forestale di Ala ha inoltre accertato la settima riproduzione, comprensiva di 7 cuccioli, della prima coppia stabilitasi in Lessinia ad inizio 2012, formata da un maschio di origine dinarica (Slavc) e da una femmina appartenente alla popolazione italica (Giulietta).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Coronavirus: in Veneto 18 morti da ieri sera, Verona provincia con più casi attuali e decessi

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Veneto verso l'arancione? Come funziona il calcolo che divide le Regioni in aree di rischio

Torna su
VeronaSera è in caricamento