Nubifragio su Verona del 2018. Dalla Regione soldi per gli interventi urgenti

Un finanziamento di circa 110 mila euro è stato stanziato in favore del Comune, per coprire l’80% della spesa sostenuta per i lavori di messa in sicurezza del territorio, i cui danni maggiori sono stati registrati in 2ª, 6ª e 8ª Circoscrizione

L'Adige in piena nel 2018

Sistemazione carreggiate e tratti di rete fognaria, con il ripristino dei collegamenti stradali. E, ancora, raccolta ed eliminazione di fango e detriti, con ripulitura di vie, piazze e caditoie. Questi i principali lavori emergenziali realizzati dal Comune di Verona a seguito del nubifragio dell’1 e 2 settembre 2018 coperti dalla Regione con un finanziamento di circa 110 mila euro. La cifra stanziata andrà a coprire l’80% della spesa sostenuta per i lavori di messa in sicurezza del territorio, i cui danni maggiori sono stati registrati in 2ª, 6ª e 8ª Circoscrizione.

L’elenco complessivo degli interventi finanziati, approvato martedì 20 agosto 2019 dalla Regione, riguarda tutti lavori emergenziali realizzati dai Comuni veneti colpiti dalle calamità naturali di settembre e luglio 2018. Per loro, infatti, lo scorso gennaio lo Stato aveva riconosciuto al Veneto un iniziale finanziamento di 500 mila euro a copertura degli interventi urgenti di messa in sicurezza del territorio.

Segue invece una procedura propria il rimborso per i danni denunciati dai privati. La Protezione civile regionale ha effettuato il censimento delle segnalazioni, necessario alla successiva liquidazione dei fondi.

«Grazie ad un rapido ed efficace intervento messo in campo nelle ore successive al nubifragio – sottolinea il sindaco Federico Sboarina –, siamo riusciti in poco tempo a normalizzare le principali criticità venutesi a creare sul territorio. Si è trattato di un evento meteo eccezionale, che ha determinato situazioni di pericolo e danni al patrimonio pubblico e privato. Il contributo riconosciuto dalla Regione Veneto andrà ora a coprire i primi interventi urgenti realizzati dal Comune nelle aree della città più colpite dal nubifragio».

«Un riconoscimento importante – dichiara l’assessore alla Sicurezza Daniele Polato –, frutto di un attento lavoro di collaborazione e vicinanza portato avanti dalla Regione a favore dei Comuni colpiti dalle violente intemperie di luglio e settembre 2018. La conferma, a gennaio 2019, dello ‘stato di emergenza’ dichiarato dalla Regione ha consentito al governo di stanziare una prima somma di 500 mila euro per la copertura di tutti gli interventi urgenti realizzati dai Comuni colpiti. Un finanziamento che, con quest’ultima disposizione regionale, viene ora ufficialmente ripartito sui territori richiedenti con il riconoscimento, per quanto riguarda il Comune di Verona, di circa 110 mila euro di contributi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bozza Dpcm: coprifuoco Natale e Capodanno (rafforzato), sì pranzi ristorante in zona gialla

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Covid-19, in Veneto 107 decessi in 24 ore. 27 tra Verona e provincia

  • Un hotel extra lusso nel cuore di Verona al posto degli ex uffici Unicredit

  • Drammatico scontro fra auto: morto un uomo e un ferito in ospedale

  • Santa Lucia: Verona tra tradizione e leggenda

Torna su
VeronaSera è in caricamento