rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Attualità San Zeno / Via Porta Catena

A Porta Catena piantati il doppio degli alberi sradicati dal nubifragio

Sono stati messi a dimora 17 piante ad alto fusto, in sostituzione delle 8 abbattute dalla furia del vento il 23 agosto scarso

Tornano le piante nei giardini di Porta Catena, a Verona, con la messa a dimora in questi giorni di 17 alberi ad alto fusto, in sostituzione di quelli distrutti dal nubifragio del 23 agosto. Nello specifico, erano stati 8 gli alberi ad alto fusto sradicati dalla furia del vento, tuttavia l'amministrazione comunale ha inteso piantarne più del doppio, per arricchire ulteriormente la vegetazione della zona.
Prosegue l'opera di sistemazione di una delle aree verdi pubbliche più colpite dal violento nubifragio del 23 agosto scorso, divenuta simbolo della devastazione lasciata nei 140 parchi gioco e zone verdi presenti sul territorio comunale. Tra i più danneggiati dal nubifragio risultarono infatti i parchi nell'area nord della città, dove le piante sradicate dal terreno dalla violenza del vento, caddero rovinosamente su scivoli, giostre ed altalene.

Nei giardini di Porta Catena, in particolare, è stato necessario un ampio e articolato piano di intervento. Già dalle prime ore post nubifragio, infatti, sono iniziate le attività di taglio e rimozione dei grandi alberi caduti. Sul posto hanno operato per giorni i volontari della protezione civile, operai Amia e i militari messi a disposizione dal Comfoter di Verona. Un lavoro di bonifica che ha richiesto, oltre all'eliminazione degli otto storici grandi alberi caduti, anche l’estrazione dal terreno delle radici e la sistemazione del suolo, per il successivo ripristino delle piante e del prato. Inoltre, sono stati sistemati i tratti di recinzione rimasti danneggiati dalla caduta delle piante.

Ad illustrare i nuovi interventi, l'assessore a strade a giardini Marco Padovani, recatosi in sopralluogo al parco giochi di Via Porta Catena. Presenti anche i consiglieri comunali Matteo De Marzi e Paola Bressan. «A seguito del nubifragio dello scorso 23 agosto - ha ricordato l'assessore Padovani - abbiamo affrontato un'ampia situazione di devastazione, che ha duramente colpito il patrimonio arboreo cittadino, su cui la furia del vento si è abbattuta con particolare gravità, generando un'importante caduta di alberi d'alto fusto in molte aree della città. I giardini di Via Porta Catena, con lo sradicamento di otto storiche grandi piante, sono stati una delle zone verdi più colpite. Perciò abbiamo deciso di piantare un numero importante di nuove piante, che renderanno l'area ancora più accogliente e gradevole. I lavori di riqualificazione hanno richiesto diverse fasi di intervento: prima per consentire la completa eliminazione dei tronchi e delle radici e, successivamente, per l'assestamento del terreno e la messa a dimora delle nuove piante. Contestualmente alle piantumazioni effettuate in Via Porta Catena, abbiamo provveduto anche alla sistemazione del verde in Via Rovereto, dove sono state messe a dimora 25 nuove piante».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Porta Catena piantati il doppio degli alberi sradicati dal nubifragio

VeronaSera è in caricamento