Attualità Centro storico / Piazza Bra

Festa dei nonni a Verona, Sboarina: «Sono il pilastro più importante delle famiglie»

In Gran Guardia consegnati i premi ai vincitori dell'iniziativa "NonniXVerona", lanciata lo scorso anno e rivolta ai nipoti per mostrare riconoscenza e gratitudine nei confronti dei propri nonni

Finalmente Verona ha potuto festeggiare i nonni in presenza. Ieri, 2 ottobre, è iniziata in Gran Guardia la due giorni dedicata alla Festa dei Nonni 2021, un momento tanto atteso dopo il lungo e difficile periodo caratterizzato dalla pandemia. Il primo appuntamento è stato la consegna dei premi ai vincitori dell'iniziativa "NonniXVerona", lanciata lo scorso anno e rivolta ai nipoti per mostrare riconoscenza e gratitudine nei confronti dei propri nonni.

«Ci sono nonni che fanno delle cose straordinarie, soprattutto nel quotidiano - ha commentato il sindaco Federico Sboarina - Sono il pilastro più importante delle nostre famiglie e della gestione dei nostri tempi familiari. E lo sono stati ancor di più in questo ultimo anno e mezzo, così difficile e complicato, con le scuole chiuse. Ricordiamoci che dal 23 febbraio 2020 le scuole sono state chiuse per molti mesi, e la presenza dei nonni è diventata ancora più fondamentale. Per questo motivo il ringraziamento quest’anno deve essere ancor più grande».

I PREMIATI E LE MENZIONI

Il primo premio "NonniXVerona" se lo sono aggiudicati i nonni Lucia Barone e Sergio Tornieri, per l'indispensabile ruolo svolto nei confronti del nipote Sebastian Francesco.

I_nonni_vincitori_del_primo_premio_2021-2
(I vincitori del primo premio)

Menzioni speciali per l'impegno verso la famiglia sono state assegnate ai nonni Elvidio Arcieri, segnalato dai nipoti Pietro, Lavinia e Davide; e Gloria Milani, segnalata dalla nipote Diletta. Altre menzioni speciali, per l'impegno profuso verso la famiglia e la comunità, sono state inoltre assegnate ai nonni Renzo Rigatelli e Luciana Favalli, segnalati dai nipoti Anna e Marco; a Loris Cavestro e Carla Zenari, segnalati dalla nipote Erika; ad Adriana Pedrolli, Giovanna Favalezza e Tarcisio Albrigi, segnalati dai nipoti Matteo e Andrea. Per l'impegno profuso in tempo di pandemia, periodo che ha messo alla dura prova gli anziani, sono state assegnate due menzioni speciali ai nonni Alberto Caletti, segnalato dai nipoti Tommaso e Nicola; e a Vincenzo Fratta, segnalato dal nipote Antonio.
Come premio, a tutti i nonni sono stati consegnati un attestato e dei buoni per l'accesso ai musei cittadini. I primi classificati hanno ricevuto inoltre anche una pubblicazione sulla città.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa dei nonni a Verona, Sboarina: «Sono il pilastro più importante delle famiglie»

VeronaSera è in caricamento