Venerdì, 14 Maggio 2021
Attualità Zai / Viale delle Nazioni

Dà un falso nome per accendere il finanziamento per il notebook: arrestato

Voleva acquistare un pc portatile da 1600 euro, ma si è presentato in cassa con dei documenti falsificati: il personale Mediaworld ha notato le anomalie ed ha avvisato la polizia, che si è diretta verso il centro commerciale Adigeo

La Volante davanti al centro commerciale Adigeo

Ha provato ad accendere un finanziamento per l'acquisto di un notebook del valore di 1600 euro, presentando documenti che attestavano una falsa identità, ma la tentata truffa è stata scoperta dal personale del negozio. È quanto accaduto nel pomeriggio di martedì, intorno alle 17, nel punto vendita Mediaworld del centro commerciale Adigeo, situato in viale delle Nazioni a Verona. 

L'uomo, un cittadino italiano di 42 anni, secondo quanto riferito dalla Questura, avrebbe sperato di passare inosservato e si sarebbe presentato alla cassa con un documento d’identità, una tessera sanitaria e una busta paga recanti nominativi di altri soggetti. Gli addetti però avrebbero rilevato alcune anomalie e hanno avvisato il 113. 

Sul posto sono così arrivati gli agenti delle Volanti, che hanno controllato il 42enne il quale, incalzato dalle loro domande, avrebbe confessato la propria reale identità, dichiarando, altresì, di aver falsificato personalmente alcuni dei documenti utilizzati poco prima. Dopo gli accertamenti di rito, è stato dunque arrestato per possesso di documento di identificazione falso, valido per l’espatrio ed è stato accompagnato presso le camere di sicurezza di lungadige Galtarossa in attesa della direttissima che si è celebrata mercoledì mattina, durante la quale il giudice ha convalidato il provvedimento. 
L’uomo è stato, inoltre, denunciato a piede libero per uso di atto falso, sostituzione di persona e tentata truffa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dà un falso nome per accendere il finanziamento per il notebook: arrestato

VeronaSera è in caricamento