Pfas Zero, il parlamento europeo vota no ai limiti. Veneti amareggiati

La consigliera regionale Cristina Guarda: «Strasburgo sorda e lontana». L'europarlamentare leghista Mara Bizzotto: «Il nostro governo, che non è schiavo dell'Europa, farà la guerra su questa direttiva»

Manifestazione No Pfas (Foto di repertorio)

L'Europa delle lobby ha votato no al nostro emendamento Pfas Zero per la tutela dell'acqua e della salute pubblica. Una grande occasione persa per colpa di quei partiti che in Veneto dicono una cosa e al parlamento europeo fanno esattamente il contrario. E, cosa ancora più grave, il parlamento ha addirittura approvato un emendamento peggiorativo con limiti di Pfas più alti rispetto al testo votato in commissione ambiente a settembre. Ad ogni modo la nostra battaglia continua perché il nostro governo, che non è schiavo dell'Europa, farà la guerra su questa direttiva. E, fortunatamente, ogni Paese avrà comunque la possibilità di fissare limiti Pfas più bassi rispetto a quelli contenuti nella nuova direttiva europea sulle acque potabili.

È furioso il commento della capogruppo della Lega nel parlamento europeo Mara Bizzotto. Il consiglio regionale del Veneto aveva approvato all'unanimità una mozione per chiedere l'imposizione di limiti pari a zero nella nuova direttiva europea sulla qualità delle acque destinate al consumo umano. L'europarlamentare Bizzotto ha presentato un emendamento per rivedere la direttiva, ma il suo provvedimento è stato respinto oggi, 23 ottobre, durante la votazione. «Quello che è letteralmente scandaloso - prosegue Bizzotto - è che gran parte degli eurodeputati italiani, in testa quelli di Forza Italia e Partito Democratico, hanno votato contro gli emendamenti Pfas Zero, gettando la maschera sulla loro sconcertante doppiezza: in Regione Veneto fingono di essere per i Pfas Zero e a Strasburgo votano il contrario».

Inascoltato l'appello dei comitati veneti No Pfas, saliti a Strasburgo per assistere alla votazione. Era stato chiesto agli europarlamentari «un atto di coraggio - hanno scritto i No Pfas - per tutelare prima di tutto la salute dei nostri figli. L'unico valore valido per i Pfas è zero. L'unico valore per dire sì alla vita».

Amareggiata anche la consigliera regionale veneta Cristina Guarda, la quale aveva proposto la mozione Pfas Zero approvata dal consiglio regionale. «Qui a Strasburgo - ha scritto - c'è una maggioranza lontana che non ascolta».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Maltempo a Illasi: «Situazione ancora critica, preoccupa il livello del Progno»

  • È di Stallavena il secondo panettone artigianale più buono d'Italia

  • Guai per una cooperativa: scovati 240 lavoratori irregolari e 7 in "nero"

  • Rapina finita nel sangue: chiude il centro del paese per ricostruire l'omicidio

  • McDonald’s: apre il ristorante di Bussolengo

Torna su
VeronaSera è in caricamento