Navigare sicuri sul lago e su internet, progetto della Polizia a Bardolino

La squadra nautica e la polizia postale di Verona hanno offerto ai cittadini e ai turisti durante il Palio del Chiaretto un confronto sulle problematiche connesse alla navigazione sul lago e sul web

In occasione del Palio del Chiaretto 2018 e in collaborazione con il Comune di Bardolino, il personale della squadra nautica e della polizia postale di Verona hanno offerto ai cittadini e ai turisti un confronto sulle problematiche connesse alla navigazione sul lago e all'utilizzo indisciplinato del web.

La Polizia di Stato nel suo stand promuove il progetto Navigate Sicuri: un momento di incontro, rivolto in particolare ai più giovani, che prevede il coinvolgimento anche dei dirigenti scolastici degli istituti locali. La polizia postale ha incontrato gli studenti dell'istituto comprensivo Falcone-Borsellino e dell'alberghiero Carnacina, per trattare il tema dell’utilizzo sicuro del web. Ieri, 2 giugno, si è poi svolto un incontro sulla sicurezza della navigazione dove gli operatori della squadra nautica ha illustrato le ultime novità tecnologiche e legislative sull'utilizzo dei natanti e sulla balneazione sicura. Successivamente si è poi svolto un incontro sul tema della navigazione sicura e consapevole in internet, rivolto in particolare ai genitori.

Oggi, la polizia postale e la squadra nautica sono ancora a disposizione del pubblico per illustrare i pericoli derivanti da uno scorretto utilizzo degli strumenti informatici e delle imbarcazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La città di Verona con le sue inestimabili meraviglie diventa protagonista in tv sulla Rai

  • A Verona la migliore escort dell'anno 2019: «Prima facevo l'aiuto cuoco»

  • Vince 75mila euro a L'Eredità e si taglia i capelli con Flavio Insinna

  • Possibili rischi per la salute, ritirato formaggio prodotto a Cerea

  • Donna morta annegata nella Bassa veronese: recuperato il cadavere

  • Omicidio a Verona: ammazza una 51enne e confessa due giorni dopo

Torna su
VeronaSera è in caricamento