Attualità Centro storico / Piazza Bra

Presepi dal mondo, 400 in mostra. Taglio del nastro in Gran Guardia

Il sindaco Sboarina: «Una mostra che, insieme alla grande stella cometa, continua a rappresentare la migliore cartolina delle celebrazioni natalizie di Verona nel mondo»

Taglio del nastro alla mostra dei presepi

Questa mattina, 16 novembre, taglio del nastro ufficiale in Gran Guardia per la 36esima edizione di «Presepi dal Mondo». La rassegna, che ospita 400 natività provenienti da musei e collezioni di tutto il mondo e opere di grande valore di maestri presepisti e appassionati, sarà aperta al pubblico tutti i giorni, fino al 19 gennaio 2020, dalle 9 alle 20.
Insieme alla grande stella cometa di piazza Bra, ideata da Alfredo Troisi che è anche ideatore e curatore dell’esposizione, la mostra dei presepi rappresenta da oltre trent'anni il simbolo del Natale a Verona.

All'inaugurazione erano presenti il sindaco Federico Sboarina, con il vicesindaco Luca Zanotto e l'assessore Edi Maria Neri, il curatore Alfredo Troisi e il vescovo Giuseppe Zenti. A rappresentare la Provincia di Verona il consigliere Pino Caldana e per la Confcommercio c'era Nicola Baldo.

La rassegna dei presepi che è temporaneamente ospitata in Gran Guardia per i lavori di restauro dell'Arena - ha detto il sindaco Sboarina - ha trovato in questi spazi una interessante dimensione espositiva, in grado di mostrare fascino e incanto. Allestita per la prima volta nel 1984, dà il senso delle festività natalizie nella nostra città perché è tra le rappresentazioni di questa mostra, più che altrove, che troviamo il vero significa del Natale. Insieme alla grande stella ideata sempre da Troisi e realizzata dall’architetto Olivieri, continua a rappresentare la migliore cartolina delle celebrazioni natalizie di Verona nel mondo.

stella bra-2
(La grande stella cometa di piazza Bra)

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presepi dal mondo, 400 in mostra. Taglio del nastro in Gran Guardia

VeronaSera è in caricamento