rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Attualità Centro storico / Piazza Bra

Morti sul lavoro, con cinque casi in tre mesi Verona è prima in Veneto

Rispetto al primo trimestre del 2020, le morti bianchi nel Veronese sono diminuite, mentre in tutta la regione hanno avuto un leggero aumento

Il Veneto è sesto in Italia per numero di vittime registrate sul lavoro. Rispetto allo scorso anno ci sono due decessi in più. Erano 12 tra gennaio e marzo 2020, mentre sono 14 (+17%) tra gennaio e marzo 2021. Questi i primi dati elaborati dall'Osservatorio Sicurezza sul Lavoro Vega Engineering di Mestre. «Sono 11 gli infortuni mortali avvenuti in occasione di lavoro e 3 quelli in itinere - ha commentato Mauro Rossato, presidente dell'Osservatorio - Una situazione allarmante, che riguarda gli infortuni mortali registrati in occasione di lavoro, incidenti che potrebbero essere evitati con formazione e aggiornamento costanti».

MORTI BIANCHE IN VENETO NEL PRIMO TRIMESTRE 2021

Morti_Bianche_Veneto_Gennaio_Marzo 2021 tabella-2

Nella classifica regionale delle morti sul lavoro (compresi quelli in itinere) il dato peggiore arriva da Verona con 5 infortuni mortali. Seguono: Padova (4), Venezia e Treviso (2) e Vicenza 1 decesso. Rispetto a Verona, però, Padova è la provincia veneta con più decessi avvenuti durante il lavoro, quindi esclusi quelli in itinere (ovvero quelli avvenuti nel tragitto tra la casa e il posto di lavoro).
Nella classifica nazionale, in cui si tiene conto solo delle vittime in occasione di lavoro, Padova è la prima provincia veneta con 4 casi avvenuti tra gennaio e marzo di quest'anno. Ed è all'ottavo posto insieme a Bari e Bolzano.

CLASSIFICA NAZIONALE DELLE PROVINCE ITALIANE IN BASE AI MORTI SUL LAVORO TRA GENNAIO E MARZO 2021

Le denunce per infortunio in Veneto nei primi tre mesi di quest'anno sono 15.945 (+6% rispetto al 2020).

Mentre sul fronte Covid, da gennaio 2020 a marzo 2021 sono 19 decessi e 17.742 le denunce di infortunio legate al contagio. Ed è un dramma al femminile. Il 74,3% delle denunce in regione coinvolge le donne. Gli infermieri sono i lavoratori più colpiti. E Venezia è ancora la provincia veneta più coinvolta dall’emergenza con 7 vittime. Seguono: Treviso (6), Verona e Vicenza (2), Rovigo e Padova (1). A Verona, invece, la maglia nera in regione per il più elevato numero di denunce di infortunio: 4.191, seguono: Treviso (3.145), Vicenza (3.110), Padova (2.857), Venezia (2.749), Belluno (1.151), e Rovigo (539).

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morti sul lavoro, con cinque casi in tre mesi Verona è prima in Veneto

VeronaSera è in caricamento