Attualità Centro storico / Corso Cavour

Morti e infortuni sul lavoro in Veneto, Verona è dove se ne registrano di più

Nei primi dieci mesi di quest'anno ci sono stati degli aumenti a livello regionale superiori alla media nazionale. I morti sul lavoro nel territorio scaligero sono stati 25, gli infortuni 13.449

(Foto di repertorio)

Da gennaio a ottobre 2018, i morti sul lavoro in Veneto sono stati 100. Nello stesso periodo dello scorso anno erano stati 75. Un incremento del 33%, il più alto a livello nazionale. Lo ha posto in evidenza la Cgil veneta, come comunicato da Ansa, sulla base dei dati dell'Inail.
Verona è la provincia del Veneto con più morti bianche nei primi dieci mesi di quest'anno (25), poi nell'ordine ci sono Padova e Treviso (17), Venezia (15), Vicenza (13), Belluno (7) e Rovigo (6).

In crescita anche il numero degli infortuni sul lavoro. Anche in questo caso, l'aumento è superiore alla media nazionale. La Cgil parla di un +2,13%, poiché nel 2017 si sono registrati 62.423 infortuni in Veneto, mentre quest'anno sono saliti a 63.755.
La provincia di Verona guida anche questa triste classifica con 13.449 infortuni registrati quest'anno, seguita da Vicenza (12.180), Padova (11.921), Treviso (11.264), Venezia (10.622), Belluno (2.305) e Rovigo (2.014).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morti e infortuni sul lavoro in Veneto, Verona è dove se ne registrano di più

VeronaSera è in caricamento