Mobility Day, seconda domenica senza auto nel centro di Verona

In vigore il divieto di circolare all'interno dell'ansa dell'Adige, delimitata da Porta San Zeno, Porta Palio, Porta Nuova e breccia Cappuccini, con qualsiasi mezzo privato, ciclomotori e motocicli compresi

La ztl allargata del Mobility Day

Visite guidate nei musei, attività sportive, passeggiate, laboratori, giochi, concerti, tornei e incontri. Oggi, 21 ottobre, torna il Mobility Day con un ricchissimo calendario di appuntamenti, molti dei quali organizzati nel parco dell'ex Arsenale.

Dalle 10 alle 19 è in vigore il divieto di circolare all'interno dell'ansa dell'Adige, delimitata da Porta San Zeno, Porta Palio, Porta Nuova e breccia Cappuccini, con qualsiasi mezzo privato, ciclomotori e motocicli compresi. Nel resto del territorio comunale di Verona, invece, non si possono utilizzare i mezzi privati, sempre dalle 10 alle 19, fino all'Euro 3, sia benzina che diesel, inclusi motocicli e ciclomotori pre-euro. Il costo del bus è di 1.30 euro con biglietto valido per l'intera giornata. Gratis le corse degli autobus per tutti i ragazzi fino ai 14 anni, accompagnati da un maggiorenne.

Fitto il cartellone di eventi che, in questo secondo Mobility Day, sono realizzati in collaborazione anche con le circoscrizioni prima e quinta. Nell'ex Arsenale austriaco, dal mattino i bambini possono partecipare a corsi dedicati al disegno, agli origami, alla creazione del sapone, a percorsi sensoriali e a giochi tra gli alberi. Alle 15 è in programma una visita storico-architettonica del compendio militare. Sempre nel pomeriggio sono previsti interventi musicali, ma anche corsi dedicati all'orto e alla conservazione dei semi, con il Wwf presente per attività divulgative. Alle 16.30 è in programma la proiezione del film-documentario, a cura del Teatro Laboratorio, «Punto di non ritorno». Al padiglione 21 dell'Arsenale è invece presente Amia con il proprio stand.

Oltre all'Arsenale, si può andare al Cortile Mercato Vecchio, dalla mattina, per seguire il torneo di s-cianco, mentre lungadige Attiraglio c'è la pista di prova, fino alle 12.30, per chi vuole avvicinarsi al nordic walking, grazie alla consulenza di insegnanti esperti. Alle 15, da piazza San Zeno, parte la passeggiata sulle mura e sempre alle 15 parte da piazza Bra il giro in bicicletta a cura della Fiab. Alle 15.30, nell'auditorium della Gran Guardia va in scena «Ascolta… che ti canto», lo spettacolo musicale con il coro Note di Stelle del Centro Servizi Casa Serena, mentre per tutto il giorno, sempre in Gran Guardia, si può partecipare agli incontri dedicati a psicologia e ambiente.

I musei di Verona, infine, propongono una serie di visite guidate.

Insomma, tanti motivi per uscire di casa e muoversi nel centro del capoluogo senza auto e motorini. Un Mobility Day, però contestato dal consigliere comunale di Verona e Sinistra in Comune Michele Bertucco.

Tutte le iniziative, pur belle e giuste, che l'amministrazione escogita per impreziosire i Mobility Day assomigliano sempre di più all'orchestrina del Titanic che continua a suonare mentre il sistema della mobilità pubblica cittadino va a picco - scrive Bertucco - Condizione preliminare per lo sviluppo del sistema del trasporto pubblico veronese è mantenere un unico bacino di riferimento da integrare con ferrovia e filobus in modo da assicurare ai cittadini più servizi, più linee e più qualità.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Verona usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Illasi, non digerisce un commento negativo della suocera e l'accoltella

  • Non ce l'ha fatta il 41enne coinvolto in uno scontro frontale a Isola della Scala

Torna su
VeronaSera è in caricamento