Miteni alle Mamme No Pfas: "Perché vogliono chiudere lo stabilimento?"

L'azienda di Trissino ha risposto agli attivisti dopo il presidio davanti alla Procura di Vicenza: "I dati sugli scarichi rilevati dagli Enti attribuiscono all'azienda meno dell'1% dell'inquinamento presente nel collettore Arica, almeno negli ultimi due anni"

Comprendiamo la preoccupazione delle mamme No Pfas, non comprendiamo però il motivo per cui continuino a chiedere la chiusura dello stabilimento Miteni anche dopo le sentenze e i dati attuali sulla diffusione degli inquinanti.

È la stessa azienda di Trissino a rispondere al comunicato della Mamme No Pfas - genitori attivi - zone contaminate, arrivato dopo il presidio di 5 giorni tenuto davanti alla Procura di Vicenza. La Miteni è stata indicata come la principale responsabile dell'inquinamento che ha colpito le province di Verona e Padova, oltre a quella berica: la stessa azienda però si difende, citando i dati e gli interventi attuati negli ultimi mesi. 

I dati sugli scarichi Miteni rilevati dagli Enti attribuiscono all'azienda meno dell'1% dell'inquinamento presente nel collettore Arica, almeno negli ultimi due anni. I dati dell'agenzia dell'Unione Europea ECHA, pubblicati lo scorso giugno, dimostrano che l'utilizzo dei Pfas è decine di volte più impattante sull'ambiente rispetto alla produzione Miteni. Il Tribunale Superiore delle acque pubbliche ha disposto gli interventi da compiere, tutti da attuare sugli utilizzatori di Pfas e non ha nemmeno citato Miteni. I controlli svolti questa estate sugli impianti di lavorazione dei Pfas non hanno rivelato alcun problema né perdita. Non si comprende dunque per quale motivo le Mamme No Pfas continuino a rivolgersi ancora oggi contro un'azienda che ha scarichi ai livelli delle acque potabili e che sta investendo in modo importante per risolvere l'inquinamento storico del proprio sito, un problema che riguarda tutte le centinaia di aziende che usano Pfas nel territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una città intera in lutto: si è spento Roberto Puliero e Verona perde la sua voce

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Maltempo a Illasi: «Situazione ancora critica, preoccupa il livello del Progno»

  • È di Stallavena il secondo panettone artigianale più buono d'Italia

  • Madre e figlia dirette a Londra arrestate all'aeroporto Catullo dalla polizia

  • McDonald’s: apre il ristorante di Bussolengo

Torna su
VeronaSera è in caricamento