Martedì, 16 Luglio 2024
Attualità

Lamorgese sul Green Pass: «I titolari dei locali non possono chiedere la carta d'identità»

Il Ministro dell'Interno, rispondendo ai giornalisti, si esprime sulla "carta verde", affermando che gli esercenti non potranno chiedere i documenti. Parole che sembrano però in contrasto con le linee guida divulgate dal Ministero della Salute

È il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese, rispondendo ai giornalisti sulle proteste No Green Pass, a gettare nuovi dubbi sull'efficacia della "carta verde" ribandendo: «Il rispetto delle norme è importante». 

Secondo quanto riporta Ansa, il ministro avrebbe confermato la possibilità di «controlli a campione nei locali insieme alla polizia amministrativa», sottolineando che i titolari degli esercizi dovranno provvedere alla verifica della "carta verde", anche se «non potranno chiedere la carta d'identità ai clienti».
«Non si può pensare - ha proseguito Lamorgese - che l'attività di controllo venga svolta dalle forze di polizia. Significherebbe distoglierle dal loro compito prioritario che è garantire la sicurezza. Al riguardo è in via di preparazione una circolare». 

Le considerazioni del Ministro sembrano però in contrasto con le "Informazioni per gli operatori - App VerificaC19" pubblicate sul sito governativo, dove si legge: «Ai verificatori basta inquadrare il QR Code della certificazione verde Covid-19, che si può esibire in formato cartaceo o digitale, e accertarsi della validità e dei dati identificativi». Concetto che viene ribadito anche nel pdf del "Manuale d'uso per i verificatori" del Ministero della Salute (Scaricalo a questo link), dove nelle fasi relative al funzionameto della App VerificaC19 possiamo invece leggere: «A questo punto il soggetto incaricato procede alla verifica a vista della corrispondenza dei dati anagrafici dell’intestatario della Certificazione verde COVID-19 con quelli mostrati su VerificaC19».

VerifierApp VerificaC19 Manuale d’uso per i verificatori-3
Schema da "VerifierApp VerificaC19 - Manuale d’uso per i verificatori"

Nuove ombre dunque sul Green Pass sembrano giungere direttamente dal Ministro dell'Interno. L'impossibilità di richiedere la carta di identità ai clienti infatti rischia di rendere la certificazione facilmente aggirabile.
Non resta dunque che attendere la circolare con i chiarimenti del Ministero dell'Interno, per fugare le incertezze su questo discusso provvedimento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lamorgese sul Green Pass: «I titolari dei locali non possono chiedere la carta d'identità»
VeronaSera è in caricamento