rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Attualità Bussolengo / Via Pietro Vassanelli

La veronese Migross acquista otto punti vendita all'ingrosso Cash&Carry

L'azienda, lo scorso 30 settembre, si era aggiudicata il ramo d’azienda e gli immobili nella procedura competitiva del concordato preventivo

Oggi, 29 novembre, davanti al notaio bresciano Francesco Ambrosini è avvenuto il trasferimento della proprietà degli otto punti vendita all'ingrosso Cash&Carry da L'Alco Grandi Magazzini alla veronese Migross, che lo scorso 30 settembre si era aggiudicata il ramo d’azienda e gli immobili nella procedura competitiva del concordato preventivo.
Tutti i 211 lavoratori occupati vedranno i loro posti salvaguardati in questa operazione, come previsto dall’accordo sottoscritto con le organizzazioni sindacali.
Per l’acquisto, Migross ha riconosciuto il prezzo complessivo di 31,5 milioni, di cui 8,55 milioni per l’acquisto del ramo d’azienda e 22,95 milioni per l’acquisto di sei immobili, come previsto dalla base d’asta della procedura competitiva.

L’acquisizione rappresenta il primo e importante passo a conferma dei piani e delle proposte di concordato depositati lo scorso 5 ottobre al Tribunale di Brescia dal Gruppo L'Alco, il cui ammontare debitorio è di circa 200 milioni di euro: 137 a carico di L'Alco Spa e 62 milioni di Grandi Magazzini Spa. Un percorso confermato lo scorso 8 novembre con l’aggiudicazione al Gruppo Conad di 17 supermercati e 4 immobili di L'Alco Spa per 23 milioni e 700mila euro, un importo significativamente superiore a quello dell’offerta base di 17 milioni previsto nella procedura competitiva. Ed anche questa aggiudicazione ha salvaguardato 250 posti di lavoro.

L'Alco Spa è assistito per gli aspetti legali da Mgg Avvocati con il partner Nicola Maragna e gli associati Sara Laterza e Alessia Rocchetto, mentre per gli aspetti fiscali e finanziari sono intervenuti i commercialisti Gianluca Fantini e Simone Braidotti partner Fcb Associati. Migross è stata assistita dall’avvocato Luca Giacopuzzi, dell’omonimo studio legale.
Nell’accordo sindacale sono intervenuti per L'Alco Spa lo studio Faini Stp con il partner Sergio Faini, per Migross Spa lo studio Wi Legal con l’associato Gianluca Germani, mentre per la procedura è intervenuto Marco Gaviano partner Donadio e Gaviano.
I commissari della procedura nominati dal Tribunale di Brescia lo scorso 25 marzo, sono i professionisti Valerio Galeri, Marco Vinti e Stefano Lancellotti, assistiti dall’avvocato Mauro Battistella, mentre l’attestatore del piano di concordato è il commercialista bresciano Davide Felappi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La veronese Migross acquista otto punti vendita all'ingrosso Cash&Carry

VeronaSera è in caricamento