Riaprono i mercati rionali a Madonna di Campagna, Porto San Pancrazio e il km zero

Riaprono altri due mercati rionali coi soli banchi dedicati alla vendita di generi alimentari e nel rispetto delle norme di sicurezza (e il km zero di Coldiretti in piazza Isolo)

Mercato

Riaprono altri due mercati rionali coi soli banchi dedicati alla vendita di generi alimentari e nel rispetto delle norme di sicurezza, e il km zero di Coldiretti in piazza Isolo. Giovedì 7 maggio, frutta, verdura e generi alimentari saranno in vendita nei sei banchi autorizzati per il mercato di via Gran Sasso, nel quartiere di Madonna di Campagna. Da domani tornano anche i quattro banchi con prodotti biologici in piazza Isolo, mentre mercoledì prossimo, 13 maggio, sarà il marcato di Porto San Pancrazio a riaprire. Qui, nell'area di via Marconcini, i banchi alimentari consentiti saranno al massimo tre.

Dopo le aperture nelle scorse settimane dei mercati di Ponte Crencano, Santa Lucia, Borgo Venezia e allo Stadio, gli ambulanti che vendono cibo tornano progressivamente a servire altre zone della città. Ciò sulla base di un piano di sicurezza, realizzato dal Comune e dalle associazioni di categoria, che consente il rispetto di tutte le norme e delle misure anti contagio.

L’intera area in cui saranno presenti i banchi verrà pertanto perimetrata con transenne e apposito nastro. Al mercato si potrà accedere da un unico ingresso, distinto e separato dall’uscita. Davanti all’entrata, sarà presente personale di sorveglianza che verificherà il rispetto delle distanze di sicurezza all’interno dell’area del mercato e del divieto di assembramento. Al banco potrà accedere un solo cliente per volta, mantenendo la distanza di due metri fra i clienti in attesa, il cui numero massimo presente in contemporanea all’interno del mercato non deve superare il totale dei banchi.Tutti gli operatori e i clienti dovranno essere dotati obbligatoriamente di mascherina e guanti. Inoltre, non potranno operare i banchi che effettuano attività di somministrazione di alimenti e bevande.

«Un altro piccolo passo verso il progressivo ritorno alla normalità. - afferma l'assessore al Commercio Nicolò Zavarise - Il mercato rionale è da sempre un servizio molto apprezzato e richiesto dai cittadini, che possono fare la spesa sotto casa senza uscire dal quartiere. La sperimentazione avviata già ad aprile con l'apertura dei primi mercati, ci dice che il piano predisposto per la sicurezza funziona. Anche grazie all'atteggiamento responsabile dei cittadini, che dimostrano di aver acquisito le nuove abitudini, dal distanziameto sociale all'uso dei dispositivi di protezione quando si esce. Il ritorno dei banchi alimentari rappresenta, inoltre, un’opportunità di ripartenza economica per gli operatori, che sono tra le categorie più colpite da questa crisi sanitaria. Abbiamo fatto il possibile per andare incontro agli operatori, che giustamente chiedono di poter tornare a svolgere la propria attività in sicurezza. Terminata la fase in cui la parola d'ordine era rimanere a casa, ora è giusto che commercianti e lavoratori possano tornare a lavorare».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Coronavirus: in Veneto 18 morti da ieri sera, Verona provincia con più casi attuali e decessi

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Veneto verso l'arancione? Come funziona il calcolo che divide le Regioni in aree di rischio

Torna su
VeronaSera è in caricamento