Mercati rionali e a Km zero a Verona: nuove riaperture e più prodotti in vendita

In alcuni mercati saranno disponibili anche fiori, piante e abbigliamento per bambini. Riapre anche lo storico banco di libri presente in centro storico, in via Quintino Sella

Immagine generica

Nuove aperture sul fronte dei mercati rionali dedicati alla vendita di generi alimentari e di quelli a km zero a Verona. Inoltre, per alcuni mercati, oltre a frutta e verdura, è autorizzata la vendita anche di fiori, piante e abbigliamento per bambini.

Per quanto riguarda i mercati rionali, da venerdì, apertura banchi per la vendita di generi alimentari e di fiori e piante, in Corso Porta Nuova, in prossimità dei giardini Pradaval (con 4 banchi); in via da Mosto, all’angolo con via Emo, nel quartiere Saval (4 banchi); in piazza Corrubbio a S. Zeno (2 banchi); in piazza XVI Ottobre a Veronetta (3 banchi).

Da sabato 9 maggio, invece, nuove aperture per il mercato a km zero, con frutta, verdura e generi alimentari in vendita negli otto banchi allestiti in piazza Isolo. Lunedì prossimo, 11 maggio, invece, i prodotti si potranno acquistare a San Massimo. Anche qui, nell’area di via Avogadro, i banchi autorizzati saranno otto. Sempre la prossima settimana, riapertura, martedì 12 maggio, del mercato a km zero di piazza Cittadella, con l’allestimento di sette banchi; giovedì 14 maggio, di quello di Montorio, in piazza delle Pinne Nere, con dieci banchi autorizzati; venerdì 15 maggio, di Avesa, nella piazza centrale, con cinque banchi.

Sempre da sabato, nei mercati di Borgo Venezia, Ponte Crencano in via Poerio, Santa Lucia in via Don Mercante e dello stadio, la cui attività è iniziata già nelle scorse settimane, è autorizzata la vendita, oltre che di generi alimentari, anche di fiori e piante, vestiti e scarpe per bambini. Infine, riapertura dello storico banco di vendita libri, presente in centro storico, in via Quintino Sella, all’incrocio con via Mazzini.

Alcune novità anche per quanto riguarda il piano di sicurezza, realizzato dal Comune di Verona e dalle associazioni di categoria, che consente il rispetto di tutte le norme e delle misure anti contagio. È autorizzato l’accesso al banco a due clienti per volta, mantenendo la distanza di due metri fra loro ed i clienti in attesa, il cui numero massimo presente in contemporanea all’interno del mercato non deve superare il doppio dei banchi. Inoltre, per i mercati con meno di dieci banchi, necessità di un solo addetto alla vigilanza.

Resta invariato l’obbligo di delimitazione dell’intera area, con transenne e apposito nastro; l’accesso da un unico ingresso, distinto e separato dall’uscita; la presenza all’entrata di personale di sorveglianza che verificherà il rispetto delle distanze di sicurezza all’interno dell’area del mercato e del divieto di assembramento. Inoltre, tutti gli operatori e i clienti dovranno essere dotati obbligatoriamente di mascherina e guanti. Infine, non potranno operare i banchi che effettuano attività di somministrazione di alimenti e bevande.

«Proseguiamo a gran velocità nel lavoro di agevolare le riaperture in sicurezza – dichiara l'assessore al Commercio Nicolò Zavarise –. Si allarga di giorno in giorno il numero di mercati rionali riaperti sul territorio cittadino e, per alcuni di essi, la gamma di prodotti di cui è possibile la vendita. Da sabato, infatti, all’interno dei mercati di Borgo Venezia, Ponte Crencano, Santa Lucia e dello stadio, è possibile l’allestimento, oltre che dei banchi alimentari, di quelli adibiti alla vendita di fiori, piante e di abbigliamento per bambini. Un’opportunità in più, che va incontro sia alle richieste degli operatori che alla necessità di tutti di ritornare progressivamente alla normalità. La gente ha ormai capito quali sono i corretti comportamenti da tenere per garantire la sicurezza di sé e degli altri. E’ giusto, ora, dopo settimane di chiusura per arrestare la diffusione del virus, riaprire, con le dovute attenzioni, tutte le attività. La nostra economia deve riprendere a girare, solo così possiamo garantire la sopravvivenza delle tante realtà imprenditoriali presenti sul nostro territorio».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Coronavirus: in Veneto 18 morti da ieri sera, Verona provincia con più casi attuali e decessi

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Veneto verso l'arancione? Come funziona il calcolo che divide le Regioni in aree di rischio

Torna su
VeronaSera è in caricamento