Mascherine con la faccia di Mussolini a Verona: chiesto il sequestro al Prefetto

Sono stati Vincenzo D'Arienzo e Diego Zardini, senatore e deputato del Partito Democratico, a segnalare il caso che riguarderebbe un'azienda della provincia scaligera

Le mascherine con stampata l'immagine di Mussolini

«Un’azienda veronese commercializza mascherine con su stampate la faccia di Mussolini».

È il Senatore del Partito Democratico, Vincenzo D'Arienzo, a chiedere provvedimenti per gli autori del dispositivo. 

«Tra le tante cose che possono capitare in una pandemia, quella di vendere mascherine per la protezione individuale con l’effige del duce fascista è la più sgradevole di tutte.
Chi commercializza quel prodotto inneggia al fascismo e ne favorisce l’apologia. Un fatto deplorevole da condannare con fermezza.
Al di là del reato possibile, sul quale auspico i necessari approfondimenti degli Organi deputati, è di tutta evidenza che un comportamento normalmente orribile, a fronte delle gravi sofferenze che tanti hanno subito o stanno attualmente patendo a causa del virus e delle paure visibilmente presenti in giro, assume contorni financo agghiaccianti.
Da un lato l’emergenza e la necessità di tutelare la vita umana e dall’altro, approfittando di ciò, la ricerca spasmodica del profitto utilizzando la propaganda politica con un assassino che ha iniettato nel Paese il virus della razza e dell’intolleranza verso gli altri.
Una massiccia dose di ignoranza di cui Verona poteva fare a meno e che spero chieda conto a costoro che ne stanno infangando il nome, ancora una volta.
Si fermi immediatamente questo turpe mercato dell’odio.
La società civile e democratica non consenta a nessuno di riportarci al passato, in un periodo storico in cui non era un virus che uccideva le persone, ma proprio quel fascista disegnato sulle mascherine».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Provvedimenti chiesti anche dal deputato veronese Diego Zardini, che si è rivolto a Prefettura e autorità giudiziaria: «Ancora una volta per colpa di pochi irrispettosi l’immagine di Verona viene danneggiata. È intollerabile che nella città Medaglia d’Oro per la Resistenza circolano mascherine con l’effige di Mussolini, responsabile delle leggi razziali, del massacro di migliaia di italiani in una guerra a fianco di Hitler e della distruzione del nostro Paese. Chiedo al Prefetto e all’autorità giudiziaria di provvedere immediatamente al sequestro di questi gadget dell’orrore e di denunciare l’azienda produttrice per apologia di fascismo. In questo momento così delicato abbiamo bisogno di tutto, tranne che di dare visibilità a imbecilli che nulla sanno di Verona e della sua storia»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nel Veronese sono 29 i nuovi casi positivi e 1.808 gli isolati: tutti i Comuni di riferimento

  • Due classi chiuse per casi positivi al virus nel Veronese: «Rispettate le precauzioni»

  • Per gli otto comuni veronesi confinanti col Trentino 4 milioni di euro

  • Picchiata dal marito: luna di miele da incubo per una sposa veronese

  • Nuovi 40 casi positivi al virus nel Veronese e 1.987 gli isolati: tutti i Comuni di riferimento

  • Tamponi a studenti e personale scolastico: ecco l'app per le prenotazioni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento