Attualità Borgo Roma / Piazzale Ludovico Antonio Scuro

A Verona manifesto per la libertà vaccinale. «Terrorismo ideologico»

L'ordine dei medici di Verona ha attaccato l'iniziativa di Sìamo, movimento nato dalla protesta contro l'obbligo dei vaccini e a favore della libertà di cura

Il manifesto esposto e poi rimosso a Castelfranco Veneto (Foto Facebook)

«I dottori sono vaccinati solo al 15% e questo è grave. In altri paesi non potrebbero neanche lavorare». Queste sono le parole, riportate da Adnkronos, di Walter Ricciardi, presidente dell'Istituto superiore di sanità. Parole che sono state estrapolate dal contesto e riutilizzate per un manifesto propagandistico da Sìamo, un movimento nato dalla protesta contro l'obbligo vaccinale e per la libertà di cura.
«Solo il 15% dei medici si vaccina. Ti fidi dei medici?». Questo si leggeva in un manifesto esposto e poi ritirato a Castelfranco Veneto, nel trevigiano. Lo stesso messaggio che si può leggere in un cartellone pubblicitario ambulante in giro per la provincia di Verona. 

Walter Ricciardi, in effetti, aveva lanciato un allarme sulla bassa percentuale di vaccinati in Italia. Un discorso a favore dei vaccini. Sìamo, invece, lo ha ribaltato, facendo supporre che se c'è un numero così basso di medici che si vaccina è perché loro sanno che i vaccini possono essere dannosi. In questo modo, la battaglia di Sìamo per la libertà vaccinale risulterebbe una battaglia per una giusta causa.

Il primo striscione di questo tipo è apparso a Castelfranco Veneto e l'ordine dei medici di Treviso lo ha fatto rimuovere. E lo stesso cercherà di fare l'ordine dei medici di Verona, come dichiarato dal presidente Carlo Rugiu a L'Arena. «Non è affatto vero che i medici non si vaccinano - ha detto Rugiu - Questi messaggi sono solo terrorismo ideologico».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Verona manifesto per la libertà vaccinale. «Terrorismo ideologico»

VeronaSera è in caricamento