menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(Foto di repertorio)

(Foto di repertorio)

Riparazioni ai danni del maltempo, riaprono alcuni musei e parchi gioco

Le aree verdi presenti in quarta e quinta circoscrizione torneranno fruibili da domani, mentre già da oggi è di nuovo visitabile integralmente il Museo di Castelvecchio

Dopo il nubifragio di domenica scorsa, il sindaco di Verona Federico Sboarina aveva firmato un'ordinanza con cui ha chiuso tutte le aree verdi comunali per precauzione. Era, infatti, necessario un controllo per verificare eventuali danni ad alberi, piante ed anche alle attrezzature (come i giochi per bambini) in modo da permettere ai cittadini di accedere a questi spazi in sicurezza. Alcune di queste aree sono state controllate e domani, 28 agosto, riaprono i primi parchi gioco comunali. Si tratta delle aree verdi presenti in quarta e quinta circoscrizione, una quarantina di parchi che possono tornare fruibili dalla cittadinanza.

Nello specifico, torneranno fruibili dai veronesi i parchi nei quartieri Santa Lucia, Madonna di Dossobuono, Zai e Golosine, per la quarta circoscrizione, e quelli in Borgo Roma, Palazzina, Pestrino, Tomba, Tombetta, Zai di Borgo Roma, Polidore, Primo Maggio, Cadidavid, Fracazzole, Genovesa, La Rizza e Sacra Famiglia per la quinta circoscrizione. Restano invece chiuse fino all'1 settembre le altre 96 aree gioco dislocate nelle altre circoscrizioni, dove gli interventi predisposti dal Comune per verificarne puntualmente lo stato di sicurezza e per ripristinarli non sono ancora terminati. Per questi parchi resta quindi in vigore l'ordinanza del sindaco, che prevede una sanzione da 25 a 500 euro per chi non la rispetta.

Al lavoro, già dal pomeriggio di domenica, ci sono le squadre del Comune e di Amia, gli uomini della protezione civile e i militari del Comfoter di Supporto di Verona. I parchi gioco più danneggiati dal nubifragio sono quelli nell'area Nord della città, dove le piante sradicate dal terreno sono cadute rovinosamente su scivoli, giostre ed altalene. Queste aree richiedono un'importante opera di riqualificazione, a tutela dell'incolumità dei bambini e della famiglie che sono soliti frequentarli.

«Stiamo eseguendo un approfondimento check-up di tutti i parchi gioco comunali presenti sul territorio - ha spiegato l'assessore a strade e giardini Marco Padovani - Si tratta di circa 140 aree, molte delle quali di grandi dimensioni, dotate di molte piante e strutture ludiche, per le quali deve essere garantita la perfetta funzionalità prima di restituirle alla comunità»

Intanto, buone notizie anche per la cultura. Anche alcuni musei civici di Verona erano stati chiusi totalmente o parzialmente, sempre a causa dei danni del maltempo. Da oggi è di nuovo visitabile integralmente il Museo di Castelvecchio ed entro il fine settimana saranno accessibili anche il Museo degli Affreschi "G.B. Cavalcaselle" alla tomba di Giulietta e quello di Storia Naturale. Martedì, 1 settembre, riapre invece la Casa di Giulietta, di cui è ora visibile solo il cortile. Restano chiusi il Museo Archeologico al Teatro Romano e quello Maffeiano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

  • Casa

    Bollette luce e gas: come ottenere la rettifica

  • Formazione

    Quali sono le soft skills più richieste nel 2021? Come apprenderle

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento