rotate-mobile

Maltempo, resta alto il livello di attenzione per i corsi d'acqua veronesi

Nessun intervento di rilievo è stato registrato fino alla mattinata di lunedì, ma alcune precauzioni sono state prese per cercare di evitare possibili esondazioni da parte dei fiumi e le problematiche conseguenze

Resta alto il livello di attenzione in Veneto per l'ondata di maltempo che si abbattuta sulla regione nell'ultimo weekend di ottobre. 
Il presidente Luca Zaia ha allertato la l'Unità di Crisi nella giornata di domenica, coordinata dall'assessore Gianpaolo Bottacin, e la Protezione Civile ha messo in preallerta circa 16 mila volontari. Lo stesso Zaia, nel pomeriggio del 28 ottobre, ha firmato la richiesta di mobilitazione del Servizio Nazionale della Protezione Civile, "in considerazione delle previsioni elaborate dai modelli meteorologici ed idraulici che ipotizzano scenari riferibili agli eventi di piena del 1966", preso altresì atto "di aver attivato tutte le forze in campo disponibili".
A Verona e provincia, così come nel resto del territorio regionale, è stata inoltre disposta la chiusura della scuole per tutta la giornata del 29 ottobre da parte delle prefetture. 

Pioggia su Verona e provincia: l'Adige in Piena

Fino alla mattinata di lunedì fortunatamente non sono però stati registrati particolari problemi o disagi: i vigili del fuoco non hanno dovuto compiere particolari interventi nel Veronese e la situazione appare quindi in pieno controllo. 
In città una prima fase dell'allerta è stata superata con la piena dell'Adige che si è verificata intorno alle 4 di notte, senza provocare danni, mentre lungadige Attiraglio è stato chiuso in via precauzionale e alcune paratie sono state installate nella zona di Corte Dogana. Paratie che hanno fatto la loro comparsa anche a Pescantina, per contrastare un'eventuale esondazione del fiume. 
Chiusi inoltre i ponti di Settimo e Arcé, così come quello di Peri, sempre a causa del livello del corso. 

WhatsApp Image 2018-10-29 at 09.02.53-2

Restano comunque monitorati i principali corsi d'acqua, come ad esempio il Chiampo e l'Alpone, oltre naturalmente all'Adige, viste le precipitazioni attese nelle prossime ore. Domenica a creare problemi è stato però il Sarca, che ha causato l'annullamento della Lake Garda Marathon

Sullo stesso argomento

Video popolari

Maltempo, resta alto il livello di attenzione per i corsi d'acqua veronesi

VeronaSera è in caricamento