Orario ridotto per il Malacarne: «Per i bar Sboarina usa due pesi e due misure»

È il movimento civico Traguardi Verona ad esprimere più di una perplessità sull'ordinanza: «Vengono citati gli stessi fatti per cui era già stata disposta la totale sospensione delle attività lo scorzo marzo, per 30 giorni, già ampiamente trascorsi»

I sigili posti dalla Polizia il 10 marzo

Dal 17 giugno e per 30 giorni, a causa dell’ordinanza emanata dal sindaco di Verona Federico Sboarina Sboarina, il bar Malacarne potrà lavorare solamente nella fascia oraria dalle 18 alle 21 (anziché dalle 18 alle 2 di notte). Per il movimento civico Traguardi non sarebbero chiare le ragioni alla base del provvedimento: «vengono citati gli stessi fatti per cui era già stata disposta la totale sospensione delle attività lo scorzo marzo, per 30 giorni, già ampiamente trascorsi».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Non è malafede pensare che l'Amministrazione Sboarina applichi due pesi e due misure – spiega Caterina Bortolaso, consigliera di seconda circoscrizione e vicepresidente di Traguardi – l'intervento contro il Malacarne sembrerebbe fin troppo mirato: in seguito alle serate di Piazza Erbe, l’ordinanza del Sindaco non è stata così precisa, ma, anzi, è andata a colpire tutti i bar della città pur di non colpire i singoli. Forse ci sono dei bar di serie a e di serie b per la nostra amministrazione?»
«Se il disagio per sicurezza e vivibilità sussiste, è giusto intervenire ma non è chiaro il criterio applicato dall’amministrazione - aggiunge Pietro Trincanato, Presidente di Traguardi – ci troviamo in una situazione in cui gli esercenti, ancor più in difficoltà in una Veronetta meno turistica e già in crisi per l'università chiusa, dovrebbero trovare sostegno nell’operato dell’amministrazione»
«Non ci sembra di chiedere molto – conclude Bortolaso – vogliamo solo che venga garantito per tutti i bar lo stesso trattamento, senza accanimenti, ancor di più in un momento così difficile».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni in Veneto: come si vota? Dal voto disgiunto alle preferenze, tutte le informazioni

  • I supermercati più convenienti? Primeggia il Triveneto, ecco quali sono a Verona

  • Elezioni del 20 e 21 settembre 2020: come si potrà votare e per cosa

  • Zaia ha anche un lista tutta sua, ecco i candidati in provincia di Verona

  • A Verona un nuovo decesso e altri 35 casi positivi: tutti i Comuni di appartenenza

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 18 al 20 settembre 2020

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento