Una tromba suona in una piazza Brà deserta, per ricordare le vittime della pandemia

Solamente il sindaco Sboarina era presente nel cuore di Verona, dove Enrico Reffato ha suonato il proprio strumento con le bandiere a mezz'asta in segno di lutto. Una cerimonia che ha avuto luogo in tutta Italia

Il sindaco Federico Sboarina in piazza Brà, con il trombettista Enrico Reffato

Bandiere a mezz’asta, un minuto di silenzio e il suono di una tromba. Così Verona martedì mattina, assieme a tutti i Comuni d'Italia, ha ricordato le vittime della pandemia di Coronavirus.
In una piazza Bra deserta, davanti al municipio, a rappresentare l'intera comunità c'era il sindaco Federico Sboarina.

Un gesto di vicinanza che accomuna tutto il Paese, per rendere omaggio alle vittime ma anche per onorare l’impegno degli operatori sanitari, lanciato dai sindaci dei comuni più colpiti e rilanciato a livello nazionale dal presidente Anci Antonio De Caro.

Il momento del suono del silenzio-2

«Un minuto di silenzio oggi ha unito tutta l'Italia - ha detto il sindaco -. Un gesto simbolico, che più di mille parole, ha rappresentato il cordoglio per le vittime del virus, ma anche la vicinanza di tutta le nostra comunità alle famiglie che hanno perso un parente. È un messaggio di sostegno ai familiari. Nella nostra città, dall'inizio del contagio a inizio marzo a oggi, sono 136 le persone decedute a causa del virus. In questi giorni difficili ogni gesto di sostegno è fondamentale per non far prevalere lo sconforto e continuare a reagire con forza. È successo questa mattina in piazza Bra, ma anche ieri, davanti agli ospedali di Borgo Roma, Borgo Trento e Marzana. Gli applausi commossi dei rappresentanti delle istituzioni sono stati il più sincero ringraziamento verso tutti coloro che lavorano in prima linea per sconfiggere l'epidemia, mettendo a rischio la propria vita per salvarne altre.
I sindaci sono i destinatari delle preoccupazioni dei propri concittadini, e mai come in questi giorni capisco che i veronesi si stanno impegnando per tornare al più presto alla vita di prima. Condividere con le istituzioni questi momenti collettivi serve infatti da sostegno reciproco, insieme si vince e insieme ci diamo speranza. Ricordiamo le persone che non ci sono più e stringiamo i denti per uscire dal tunnel. Verona è forte e ce la faremo».

Ad accompagnare il momento solenne, le note del silenzio del maestro Enrico Reffato, trombettista del gruppo bandistico di San Massimo, che si è reso disponibile attraverso il “Tavolo Permanente delle Federazioni Bandistiche Italiane” che ha aderito all’iniziativa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un altro momento della cerimonia in piazza Bra-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nel Veronese sono 29 i nuovi casi positivi e 1.808 gli isolati: tutti i Comuni di riferimento

  • Due classi chiuse per casi positivi al virus nel Veronese: «Rispettate le precauzioni»

  • Picchiata dal marito: luna di miele da incubo per una sposa veronese

  • Per gli otto comuni veronesi confinanti col Trentino 4 milioni di euro

  • Nuovi 40 casi positivi al virus nel Veronese e 1.987 gli isolati: tutti i Comuni di riferimento

  • Tamponi a studenti e personale scolastico: ecco l'app per le prenotazioni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento