Attualità Centro storico / Piazza Bra

Lotteria Italia, cresce la febbre del gioco: Verona spicca con 147mila biglietti venduti

Il capoluogo scaligero è la prima provincia in Veneto per numero di tagliandi venduti

Arrivano a 477.610 i tagliandi venduti in Veneto per l'edizione 2018 della Lotteria Italia: un dato in visibile calo rispetto all'anno scorso quando, - ricorda Agipronews - i biglietti staccati furono 590.200 (-19,1%). Non ha evidentemente giovato alla Lotteria l'eliminazione del Gratta e Vinci che fino allo scorso anno compariva sul biglietto e garantiva una possibilità di vincita immediata, al costo complessivo di 5 euro. Quest'anno il prezzo è rimasto immutato e il mancato appeal del “grattino”, prodotto di successo radicato nelle abitudini degli italiani, ha finito per penalizzare la vendita.

Verona spicca tra le province in cui si è giocato di più, con 147.100 biglietti staccati, il 17,4% in meno rispetto alla passata edizione. In seconda posizione Venezia con 95.050 biglietti (-19,8%), poi c'è Padova con 92.820 tagliandi (-16%). In discesa anche il dato di Vicenza (55.150 biglietti, -22,1%), Treviso (51.550 biglietti, -24,1%), Belluno (11.530 tagliandi, -27,6%) e Rovigo (24.410, -14,7%).

In generale, nella regione il punto più alto degli ultimi dieci anni, - riferisce Agipronews -  è stato toccato nel 2009 (quando la Lotteria era abbinata a “Affari tuoi”), con oltre 670mila biglietti. Il punto più basso nel 2012 (“La Prova del Cuoco”), con 461mila tagliandi venduti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotteria Italia, cresce la febbre del gioco: Verona spicca con 147mila biglietti venduti

VeronaSera è in caricamento