rotate-mobile
Attualità Borgo Roma / Via Molinara

LibrOrchestra: nelle scuole e nel teatro di quartiere arriva il festival da leggere

Dieci gli appuntamenti in programma: «L’amministrazione  sta investendo moltissimo sullo sviluppo cognitivo e sul benessere dei bambini, usando l'arte ed in particolare la musica come leva educativa»

Con la quarta edizione di LibrOrchestra il teatro di quartiere diventa uno dei luoghi della quotidianità dei bambini, che possono avvicinarsi alla cultura e alla musica con percorsi didattici fatti su misura per loro. È questa la novità della quarta edizione del festival itinerante per l’infanzia di musica da leggere dedicato a famiglie, bambini, ragazzi e insegnanti, ideato dall’Atelier Elisabetta Garilli e l’associazione LaFogliaeilVento che torna a Verona fino al 22 aprile con la seconda tappa del tour nazionale per creare una nuova “comunità educante” in rete con famiglie, docenti, educatori, librai, bibliotecari, artisti, amministratori locali, e più in generale con ogni singolo territorio incontrato.

In questo modo, spiegano dal Comune di Verona, il progetto rafforza e consolidare le reti di collaborazione che si instaurano con le amministrazioni, le scuole, le biblioteche, le librerie, i teatri, gli enti e le aziende che dimostrano particolare sensibilità verso la divulgazione della lettura e delle arti figurative, specialmente nelle realtà di quartiere. A Verona questa rete include l’Assessorato all’Istruzione del Comune, le Biblioteche “Civica” e “Caliari” di Borgo Roma, gli Istituti Scolastici di Borgo Roma e il Teatro “Santa Teresa”, che hanno contribuito attivamente alla costruzione e alla realizzazione di un calendario che conta ben 10 eventi, proponendo e attuando percorsi di sensibilizzazione e iniziative concrete.

«L’amministrazione comunale è grata agli organizzatori di LibrOrchestra per aver scelto Verona per la IV edizione del Festival Itinerante - dice l’assessora all’istruzione del Comune - al quale teniamo in modo particolare dato che l’amministrazione  sta investendo moltissimo sullo sviluppo cognitivo e sul benessere dei bambini, usando l'arte ed in particolare la musica come leva educativa».

 «Il tema del dibattito proposto alle associazioni, alle scuole, alle amministrazioni e agli enti - aggiunge Elisabetta Garilli, direttrice artistica del Festival - è inoltre “Rieducarsi per educare”, titolo della tavola rotonda: tornare a noi e provare su noi stessi per arrivare ai bambini. Fare “educazione” in qualsiasi direzione e ambito significa attivare sperimentazioni, programmare applicazioni concrete che, per raggiungere lo scopo di arrivare con efficacia agli allievi, devono prevedere una profonda riflessione, una importante fase di prova su noi stessi delle sensazioni, emozioni e stati d’animo e lo sviluppo di capacità e abilità».

Dieci gli appuntamenti in programma, realizzati con il sostegno del Comune e BPER Banca, con un cartellone ricco di laboratori, letture musicate, tavole rotonde e spettacoli con musica dal vivo e con illustrazioni prodotte in tempo reale. L’intera programmazione sarà gratuita e aperta a famiglie, bambini e in generale a tutta la comunità educante. In occasione del centenario dalla nascita, alcuni appuntamenti saranno inoltre dedicati al maestro Alberto Manzi. Una figura simbolo della lotta all’analfabetismo e all’impoverimento educativo che negli anni Sessanta aveva insegnato a molti adulti italiani a leggere e scrivere sulla Rai con il programma televisivo "Non è mai troppo tardi". Tra gli ospiti di LibrOrchestra a Verona ci saranno infatti anche il figlio Massimo Manzi e Alessandra Falconi, referente del Centro Alberto Manzi di Bologna, per omaggiare e riflettere sulle rivoluzionarie concezioni del maestro sulla didattica e sulla comunicazione della cultura. Un’occasione di formazione per insegnanti e operatori del mondo educativo in cui verranno illustrati percorsi interdisciplinari da proporre a scuola, che uniscono musica, narrazione e arte e che quest’anno prenderanno spunto dagli insegnamenti di Alberto.

Uno dei principali punti di forza di LibrOrchestra sono gli spettacoli musicali-teatrali ideati da Elisabetta Garilli che propone un originale metodo di divulgazione e fruizione della lettura e della narrazione associate alla musica, alle illustrazioni realizzate in tempo reale, alla danza e a installazioni scenografiche in movimento. A Verona saranno due gli spettacoli di questo tipo: Il carnevale degli animali con le musiche di Camille Saint-Saëns e la prima nazionale di Orzowei, performance liberamente tratta dall’omonimo romanzo di Alberto Manzi. Due tipologie di spettacolo per formare un nuovo pubblico e nuovi lettori, coinvolgendo i bambini e le famiglie alla riscoperta della musica classica come della letteratura per ragazzi e della magia del teatro. Sempre per i genitori e i più piccoli ci sarà la lettura musicata di Tarabaralla, il tesoro del Bruco Baronessa, libro dedicato all’educazione finanziaria, realizzato grazie alla collaborazione di Edizioni Carthusia e BPER Banca e, per le mamme e i papà in dolce attesa, il laboratorio musicale Ninne nanne, nanne nì. Ci sarà infine un laboratorio dedicato allo stretto rapporto tra natura e suono con i bambini delle scuole primarie di quartiere e le loro insegnanti.

Il programma

Mercoledì 17 aprile

Ore 17.30 Biblioteca Civica,

Tavola rotonda “Rieducarsi per educare”, dedicata ad Alberto Manzi, modera Donatella Trotta

con Mauro Ferrari, Susanna Magistretti, Emanuela Bussolati, Elisabetta Garilli

Giovedì 18 aprile

 Ore 10.30 – LibrOrchestra Edu per le Scuole

Laboratorio per la scuola primaria “Lentamente, ecologia e musica”, con Atelier Elisabetta Garilli

 Ore 14 – LibrOrchestra Edu per le Scuole

Laboratorio per la scuola primaria “Lentamente, ecologia e musica”, con Atelier Elisabetta Garilli

Venerdì 19 aprile

Ore 9.15 e 10.30, Teatro Santa Teresa

2 repliche dello spettacolo per le scuole “Il Carnevale degli animali”, con Atelier Elisabetta Garilli, musiche di C. Saint-Saëns interpretate dal duo pianistico Marchesin-Gavryliuk, illustrazioni in presa diretta di S. Abagnato

Ore 17 Biblioteca Civica

in occasione della Mostra “Nella Giungla di Piccola Pantera”: LibrOrchestra racconta con Chiara Raineri, autrice e illustratrice

Sabato 20 aprile

 Ore 11 Biblioteca “Caliari” di Borgo Roma

Laboratorio musicale per genitori in dolce attesa “Ninne nanne, nanne nì” con Elisabetta Garilli

Ore 17 Biblioteca “Caliari” di Borgo Roma

Lettura musicata per famiglie “Tarabaralla, il tesoro del Bruco Baronessa” con il Garilli Sound Project

Domenica 21 aprile

Ore 17 Teatro Santa Teresa

In collaborazione con il Centro Alberto Manzi di Bologna

“Alberto Manzi – una scuola chiamata Mondo” propone:

Incontro con Alessandra Falconi e Massimo Manzi

Spettacolo per le famiglie “Orzowei”, con il Garilli Sound Project, illustrazioni in presa diretta di

Serena Abagnato, liberamente tratto dal Romanzo omonimo di Alberto Manzi

Lunedì 22 aprile

Ore 9,15 e 10,30, Teatro Santa Teresa

2 repliche dello spettacolo per le scuole “Orzowei”, con il Garilli Sound Project, illustrazioni in presa diretta di

Serena Abagnato, liberamente tratto dal Romanzo omonimo di Alberto Manzi in collaborazione con il Centro Alberto Manzi di Bologna.

Tutti gli eventi sono gratuiti. 

Eventi su prenotazione

Tavola Rotonda 17 aprile, Laboratori in Biblioteca 20 aprile e Spettacoli per le scuole 19 e 22 aprile: prenotazione necessaria, prenotazioni@atelierelisabettagarilli.it

Evento del 21 aprile prenotazione consigliata sul sito: teatrosantateresa.org/

Info: www.atelierelisabettagarilli.it/librorchestra

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

LibrOrchestra: nelle scuole e nel teatro di quartiere arriva il festival da leggere

VeronaSera è in caricamento