Da area agricola a quartiere più popoloso. In un libro la storia di borgo Milano

Le cause di tali cambiamenti e gli effetti sulla popolazione, sono spiegati nel dettaglio nel libro “Borgo Milano nel Novecento”, ultimo lavoro di Davide Peccantini, presidente dell’associazione Quartiere Attivo

Da sinistra: Nicolò Zavarise, Davide Peccantini e Francesca Vanzo

Qualche decennio fa era una zona quasi completamente agricola, oggi è il quartiere più popoloso della città. Borgo Milano negli ultimi decenni è stato protagonista di una radicale trasformazione sia a livello urbanistico che sociale.

Le cause di tali cambiamenti e gli effetti sulla popolazione, sono spiegati nel dettaglio nel libro “Borgo Milano nel Novecento”, ultimo lavoro di Davide Peccantini, presidente dell’associazione Quartiere Attivo e impegnato nel promuovere tra gli studenti la storia del territorio e, in particolare, dei quartieri in cui vivono.

Si parte da Borgo Milano, scelta obbligata visto che è qui che l’autore è nato, cresciuto e ancora oggi vive. Il libro racconta con dovizia di particolari i principali fatti e avvenimenti che hanno contribuito a cambiare il volto del quartiere. Come testimoniano le numerose foto, mappe e cartine raccolte da Peccantini nelle sue ricerche negli archivi cittadini e in biblioteca civica. Dove ha trovato anche dati statistici sulla popolazione, i progetti per la nascita delle nuove scuole del quartiere e della parrocchia di Maria Immacolata.

Il libro è stato presentato in municipio dall’assessore alle Attività economiche Nicolò Zavarise; presenti il consigliere di amministrazione di Agsm Francesca Vanzo e l’autore Davide Peccantini.

«La storia della nostra città e dei quartieri non deve rimanere nel cassetto – dice Zavarise -. È importante non solo che sia documentata ma anche che venga diffusa soprattutto tra le nuove regioni, affinchè si rendano conto di come si viveva qualche anno fa e delle conseguenze che alcune scelte comportano».

Peccantini non è nuovo alla scrittura, questo è infatti la sua terza pubblicazione dedicata alla conoscenza del territorio cittadino e della sua storia. Dal 2014, anno di nascita della sua associazione, ha incontrato oltre 5 mila studenti con incontri nelle scuole cittadine in cui vengono proposti giochi e attività sui quartieri interessati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Regalo di Natale dal Governo per chi paga con bancomat e carte: cos'è il "cashback"?

  • Nuovi chiarimenti della Regione sull'ordinanza di Zaia: sì a camminate gruppi nordic walking

Torna su
VeronaSera è in caricamento