Attualità Borgo Trento / Piazza Arsenale

Spesa e lezione per gli alunni al mercato a chilometro zero dell'Arsenale

I bimbi di tre classi delle elementari Provolo hanno imparato a riconoscere la stagionalità delle produzioni, a leggere l'etichetta d'origine presente sulle confezioni e scoprire i principi della dieta mediterranea

Visita degli alunni al mercato a chilometro zero dell'Arsenale

Sono tornati a casa da scuola carichi di frutta e verdura di stagione, gli alunni che ieri mattina, 2 maggio, hanno fatto la spesa al mercato a chilometro zero all'Arsenale di Verona. Bambini di tre classi delle elementari Provolo che hanno fatto lezione ai banchi del mercatino anziché su quelli di scuola.

Oltre a far provvista di prodotti sani e locali e ad aver consumato una merenda rigorosamente a chilometro zero, i piccoli clienti hanno visitato i vari stand armati di quaderno e penna, con l'obiettivo di carpire quante più informazioni possibili sul lavoro dei produttori locali e sulle qualità di frutta e verdura. Una lezione sul campo, promossa da Coldiretti Verona, in collaborazione con l'Ecosportello, per sensibilizzare i più piccoli ad un approccio equilibrato al cibo e diventare consumatori consapevoli.
Durante la mattinata i bimbi hanno imparato a riconoscere la stagionalità delle produzioni, a leggere l'etichetta d'origine presente sulle confezioni e scoprire i principi della dieta mediterranea.

Le visite, che hanno coinvolto precedentemente altre trentasei classi di scuole veronesi, hanno anche l'obiettivo di far comprendere come i mercati a chilometro zero, grazie all'abbattimento dei trasporti, possano aiutare a ridurre l'inquinamento dovuto alla produzione di anidride carbonica e migliorare la salute. Ecco perché l'iniziativa si inserisce all'interno del «Progetto-Concorso Ease (Economia, Ambiente, Società, Educazione) - raccogliamo miglia verdi, gialle, rosse, blu e marrone», proposto a tutte le scuole primarie di Verona dall'Ecosportello della direzione Ambiente, con il sostegno di Agsm, Amia, Acque Veronesi e Coldiretti Verona.
Durante tutto l'anno scolastico, i bambini che hanno partecipato al progetto si sono impegnati a limitare gli sprechi del cibo e dell'acqua in mensa. Gli studenti hanno potuto comprendere che l'educazione ambientale e alla sostenibilità possono trasformarsi da teoria in azione, promuovendo dei cambiamenti nel comportamento, sia a livello individuale che collettivo. I temi affrontati nelle scuole sono stati il risparmio energetico, la cura della natura, la mobilità sostenibile, la riduzione degli sprechi e dei rifiuti e l'uso consapevole dell'acqua.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spesa e lezione per gli alunni al mercato a chilometro zero dell'Arsenale

VeronaSera è in caricamento