Martedì, 26 Ottobre 2021
Attualità Centro storico / Via Carlo Montanari

Anche un reading dedicato alle donne afgane nel programma di Lex and the City

La seconda edizione della Festa del Diritto di Verona propone una due giorni ricca di eventi, conferenze, tavole rotonde e incontri aperti al pubblico

Guarda al futuro, al "Diritto per l'avvenire", la nuova edizione di Lex and The City che, venerdì 8 e sabato 9 ottobre, darà l’occasione a professionisti, cittadini e studenti di ascoltare e confrontarsi con alcuni dei più importanti studiosi, docenti ed esperti di diritto.

La seconda edizione della Festa del Diritto di Verona propone una due giorni ricca di eventi, conferenze, tavole rotonde, incontri aperti al pubblico in cui discutere di lavoro, del futuro della scuola, di aziende e sostenibilità, ma anche di giustizia predittiva, di Costituzione e del ruolo della magistratura. A discuterne, tra gli altri, sono attesi Gherardo Colombo, Sabino Cassese, Paola Mastrocola e Antonella Magaraggia.
«I relatori di questa seconda Festa del Diritto - ha spiegato l'avvocato Lamberto Lambertini, presidente del comitato promotore di Lex and The City - cercheranno una risposta a diversi e importanti interrogativi: come sarà la scuola? Come sarà il mondo del lavoro? Come sopravviverà un’impresa alla crisi economica e finanziaria? Dovremmo rivolgerci ai giudici o ad un algoritmo che prenda le decisioni per loro? L’importanza dei relatori che ci aiuteranno a trovare risposte, l’attualità e la rilevanza degli interrogativi sono due punti di forza di questa nuova edizione della Festa».

Per partecipare agli appuntamenti, tutti aperti al pubblico, è sufficiente compilare l’apposito form di registrazione sul sito https://www.lexandthecity.eu. È comunque sempre possibile seguire ogni conferenza e appuntamento in streaming.

CLICCA QUI PER IL PROGRAMMA COMPLETO DI LEX & THE CITY 2021

Il taglio del nastro ufficiale di Lex and The City sarà domani alle 10 nell'aula magna del dipartimento di scienze giuridiche dell'università di Verona. Gli appuntamenti proseguiranno poi al palazzo della Gran Guardia. La prima giornata si concluderà nell’auditorium della Gran Guardia con il reading dedicato alle donne afgane "Restiamo a Kabul e lottiamo per i diritti e la libertà".
Sabato 9, gli eventi riprenderanno con il seminario molto atteso di Sabino Cassese in Sala Arazzi di Palazzo Barbieri, per poi proseguire all’università e in Gran Guardia.
«Con la pandemia - ha sottolineato Lambertini - abbiamo affermato anche il nostro diritto all'ottimismo, perché le regole della vita associata sono di diversa natura, ma tutte o quasi trovano la loro base nel diritto. E il diritto cerca di dare regole per l’avvenire. Dunque, sicuramente il diritto guarda al futuro e per questo si può dire che si basi sull’ottimismo, perché le regole siano efficienti e rispettate».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche un reading dedicato alle donne afgane nel programma di Lex and the City

VeronaSera è in caricamento