menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I lavori svolti quest'estate in Interrato dell'Acqua Morta

I lavori svolti quest'estate in Interrato dell'Acqua Morta

Messa in sicurezza della strada: partono i lavori notturni a Veronetta

L'intervento ad opera di Acque Veronesi interesserà principalmente Interrato dell'Acqua Morta e Via Carducci e si svolgerà nell'arco di due notti, per creare meno disagi possibili alla viabilità della zona

Scatteranno nella notte tra martedì e mercoledì i lavori di Acque Veronesi in alcuni tratti di via Interrato dell’Acqua Morta e di via Carducci.
Si tratta di interventi di messa in sicurezza di interi tratti stradali non più rinviabili e che la società di lungadige Galtarossa, in accordo con l’amministrazione comunale, ha appositamente programmato nelle ore notturne al fine di provocare il minor disagio possibile al traffico cittadino.
Dalle 23 di martedì, fino alle 6 di mercoledì mattina, i tecnici della società consortile provvederanno alla riparazione di un tratto di rete idrica danneggiato in via Interrato dell’Acqua Morta, compreso tra lungadige Re Teodorico e l’intersezione di via Carducci. I lavori comporteranno il divieto di transito per la sola corsia in direzione Ponte Navi e modifiche alla viabilità in alcune vie limitrofe.
Mercoledì 30 ottobre, nei medesimi orari, verranno invece realizzati i lavori di asfaltatura in via Interrato dell’Acqua Morta, all’altezza dell’incrocio con Via Carducci, e a seguire in via Ponte Pignolo, con le stesse modifiche alla viabilità. Durante questo intervento saranno inoltre posate delle piastre in acciaio sotto il manto stradale per mettere in sicurezza il traffico veicolare, in attesa di un intervento definitivo per il quale bisognerà però aspettare la prossima estate. Recenti videoispezioni eseguite da Acque Veronesi hanno infatti evidenziato criticità in alcuni tratti di condotte fognarie, in particolare proprio in via Interratto dell’Acqua Morta, dove nello scorso mese di agosto, in prossimità con via Ponte Pignolo, si era verificato un importante cedimento. Criticità ancora maggiori erano state riscontrate anche all’incrocio con via Carducci, dove erano state rilevate crepe nella parte superiore della condotta, con potenziale pericolo di cedimento del manto stradale.

«Il collettore in questo tratto non corre a centro strada ma su uno dei lati della via, quindi l’intervento non fermerà la viabilità, il disagio principale sarà la perdita di qualche stallo blu - spiega il presidente di Acque Veronesi Roberto Mantovanelli -. Dato che si tratta di una zona ad altissima densità di traffico e che il danno alla condotta necessita di almeno venti giorni di scavo a cielo aperto, abbiamo convenuto con il Comune e la Polizia Municipale di rimandare l’intervento definitivo alla prossima estate, insieme agli altri lavori che chiuderanno il progetto di messa in sicurezza idraulica dell’area di Veronetta. L’aver riscontrato il problema ci permette ancora una volta di evitare danni peggiori ed episodi simili a quello di Corso Porta Nuova», conclude Mantovanelli, che ricorda come i tremila chilometri di condotte fognarie in gestione nei 77 comuni del veronesi abbiano un’età media superiore ai 60 anni e che il tema delle video ispezioni sarà centrale nel piano degli investimenti 2020 - 2023 in fase di definizione in questi mesi.

Contestualmente, su richiesta dell’assessore Padovani, Acque Veronesi si farà carico anche di stendere un tappeto d’asfalto provvisorio sopra il porfido nell’area dell’attraversamento pedonale vicino a Ponte Pignolo, dove a causa dello spostamento di alcuni cubetti in queste settimane si sono verificati dei piccoli incidenti. L’intervento definitivo verrà programmato dal Comune.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento