rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Attualità Brentino Belluno / Strada Provinciale 11

Caduta massi sulla SP 11. «Messa in sicurezza in tempi strettissimi»

I lavori prevedono l'intervento in parete di quattro operai rocciatori per il distacco del materiale ritenuto ancora pericoloso, a Brentino Belluno, vicino al punto in cui è avvenuta la caduta

Inizieranno domani, 24 febbraio, i lavori per la messa in sicurezza e la successiva riapertura della Strada Provinciale 11 a Preabocco di Brentino Belluno, interessata dalla caduta di alcuni massi sulla carreggiata.
Venerdì pomeriggio, al termine del sopralluogo congiunto di Provincia, Protezione Civile e Comune, i tecnici dei Palazzi Scaligeri avevano contattato diverse ditte specializzate. Così ieri sulla Provinciale si è tenuto un secondo sopralluogo con un'azienda di Rovereto.

I lavori prevedono l'intervento in parete di quattro operai rocciatori per il disgaggio (distacco) del materiale ritenuto ancora pericoloso. Se i punti in cui operare si limitassero a quelli già individuati dal drone venerdì scorso, l'intervento potrebbe terminare in circa una settimana. Non si esclude però l’ipotesi che l’ispezione in cordata, da parte degli operai, possa fare emergere altre criticità e richiedere perciò alcuni giorni in più per il completamento delle operazioni. L’intervento verrà effettuato sull’intera altezza della parete (circa 100 metri) e 25 metri a destra e a sinistra del punto dal quale si erano staccati i massi caduti poi sulla Provinciale 11.

«Con i nostri tecnici, abbiamo garantito il via ai lavori per la messa in sicurezza della strada in tempi strettissimi - ha commentato il presidente della Provincia di Verona Manuel Scalzotto - A determinare con maggiore precisione la data della riapertura della SP 11 sarà l'ispezione effettuata direttamente in parete da parte dei rocciatori».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caduta massi sulla SP 11. «Messa in sicurezza in tempi strettissimi»

VeronaSera è in caricamento