Ristorante festeggia 19 anni, ma il regalo lo fa agli ospedali di Verona

La Stua di Erbezzo ha portato la propria specialità, gli gnocchi di malga, a quanti lavorano nei reparti di pronto soccorso e Covid delle strutture di Borgo Trento e Borgo Roma

Le chef Fantoni al pronto soccorso di Verona

Un gesto solidale per celebrare i primi 19 anni di attività. Con questa motivazione, oggi 25 aprile, il ristorante La Stua di Erbezzo ha deciso di portare la propria specialità, gli gnocchi di malga, a quanti lavorano nei reparti di pronto soccorso e Covid degli ospedali di Borgo Trento e Borgo Roma.

All'ora di pranzo, i ristoratori, assieme al vicesindaco Luca Zanotto, hanno consegnato 60 piatti di gnocchi caldi, in confezioni monouso preconfezionate, al pronto soccorso di Borgo Trento. E altrettanti piatti sono stati portati al pronto soccorso e alla Covid Unit dell'ospedale universitario.

L’iniziativa, destinata a medici, infermieri e operatori sanitari, è stata decisa per far trascorrere una festa speciale anche a chi è in prima linea nella cura dei malati di coronavirus e non solo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Regalo di Natale dal Governo per chi paga con bancomat e carte: cos'è il "cashback"?

  • Nuovi chiarimenti della Regione sull'ordinanza di Zaia: sì a camminate gruppi nordic walking

Torna su
VeronaSera è in caricamento