rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Attualità Zai / Viale del Lavoro

Tutto pronto alla Fiera di Verona per l'inaugurazione del Job&Orienta

La 30° edizione del salone nazionale dell’orientamento, la scuola, la formazione e il lavoro, avrà luogo dal 25 al 27 novembre, con un calendario di circa 150 appuntamenti

Le migliori esperienze di alternanza scuola lavoro (Pcto) e di didattica, sollecitate ad innovarsi anche dalla pandemia, le eccellenze degli istituti tecnici superiori (Its), le più significative progettualità di collaborazione tra mondo della scuola e imprese. E ancora le esperienze di studenti in formazione e di giovani appena affacciati al mondo del lavoro, le professioni di domani e le competenze più ricercate dalle aziende.
È il racconto della scuola e del lavoro che cambiano, quello in scena ancora una volta sul palcoscenico di Job&Orienta, il salone nazionale dell’orientamento, la scuola, la formazione e il lavoro, che torna in presenza alla Fiera di Verona da giovedì 25 a sabato 27 novembre. Tra gli obiettivi fondanti sempre l’intenzione di proporre spazi di dibattito e confronto tra gli attori, istituzionali e non, e offrire ai giovani e alle loro famiglie strumenti utili e concreti di orientamento.

Promossa da Veronafiere e Regione del Veneto in collaborazione con Ministero dell’Istruzione e Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, e con la mediapartnership di Rai Cultura/Rai Scuola, la manifestazione festeggia quest’anno il suo trentennale. E sceglie per questa edizione il titolo “Next Generation: orientamento, sostenibilità, digitale”: al centro, dunque, i temi della digital and green transition, temi che hanno ricadute importanti sul versante della formazione. Una scelta che vuole evidenziare come per improntare la ripresa e lo sviluppo alla sostenibilità e alla digitalizzazione servano non soltanto risorse e tecnologie, ma anche competenze adeguate e una cultura nuova.

Così Job&Orienta si fa portavoce di un messaggio centrale (in particolare oggi, guardando al Piano nazionale di ripresa e resilienza, che inietterà nel sistema importanti risorse e al connesso programma Next Generation EU), e lo consegna ai docenti e agli operatori, ma pure ai ragazzi prossimi a scelte scolastiche come ai giovani in cerca di lavoro: l’innovazione passa per il digitale e insieme per la sostenibilità, perché entrambi sono driver di crescita e di competitività per le nostre imprese e costituiscono la nuova bussola dello sviluppo sociale ed economico. Entrambi, tradotti in competenze necessarie, sono chiavi di accesso per una buona occupazione dei giovani. In tutto questo la scuola e la formazione avranno un ruolo fondamentale, e prima ancora lo avrà un orientamento efficace.

A dirci quali saranno le professioni emergenti e le competenze più ricercate per dare motore alle transizioni digitali e green saranno le previsioni del Sistema informativo Excelsior di Unioncamere e Anpal, delineate alla luce dei fabbisogni espressi dalle imprese per il medio termine 2021-2025 e presentate a Job&Orienta, con l’obiettivo di orientare e preparare in modo consapevole le scelte di studio e di occupazione dei giovani.

Job resta sempre anche il luogo del confronto e delle alleanze, dove si tessono partnership e si sottoscrivono impegni comuni: come il protocollo che sarà firmato ufficialmente al salone tra il Ministero dell’Istruzione e Confindustria Moda (che a Verona porta il suo 4° Mastertech della moda), o quello della rete Renaia (istituti settore alberghiero e ristorazione) con Federalberghi. Nei tre giorni anche le assemblee nazionali di alcune reti di scuole e quella degli Its.

E ancora spazio al riconoscimento delle eccellenze del mondo della scuola e della formazione, con il Premio “Storie di alternanza” promosso da Unioncamere, la premiazione dei migliori Its d’italia (secondo il ranking Indire) e la presentazione delle migliori esperienze del progetto Its 4.0.

Nel programma culturale di Job&Orienta 2021 – che raccoglie 150 appuntamenti con ospiti significativi dell’economia, della politica e dell’imprenditoria –, accanto ai grandi eventi istituzionali per un dibattito a più voci sulle tematiche attuali, numerosi i convegni e i webinar, oltre a laboratori interattivi, workshop esperienziali, gaming per l’orientamento e la selezione, simulazion e non solo Gli eventi saranno fruibili anche in streaming tramite il sito della manifestazione www.joborienta.net. Per guidare la visita e l’incontro con le 400 realtà della rassegna espositiva, sei i percorsi tematici. Grazie a mappe interattive navigabili, la fiera si fa anche virtuale attraverso le vetrine online.

Numerosi gli ospiti attesi e le voci delle tre giornate: il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi e il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Andrea Orlando, il sottosegretario Rossano Sasso, il segretario generale di Cisl nazionale Luigi Sbarra, il vicepresidente per il capitale umano di Confindustria Giovanni Brugnoli,... E ancora i campioni di Tokio 2020 Federica Cesarini e Francesco Bettella (paralimpico di nuoto), Manuela Geleng, Director for Skills della Direzione generale per l’Occupazione, gli affari sociali e l’inclusione della Commissione europea, Antonello Giannelli, presidente di ANP (Associazione nazionale dirigenti pubblici e alte professionalità della scuola), Guido Torrielli, presidente di Its Italy, Cirillo Marcolin, presidente di Confindustria Moda, Luca Tremolada, giornalista, Davide Dal Maso, social media coach “Under30 Forbes, e altri.

All’inaugurazione di giovedì mattina, alle ore 9.30 all’Auditorium Verdi, dopo i saluti istituzionali di Maurizio Danese, presidente di VeronaFiere, Federico Sboarina, sindaco di Verona, Manuel Scalzotto, presidente della Provincia di Verona, la tavola rotonda con gli interventi di Alessandro Mazzucco, presidente della Fondazione Cariverona, Antonello Giannelli, presidente ANP (Associazione nazionale dirigenti pubblici e alte professionalità della scuola), Bruno Giordano, fondatore e presidente del Gruppo Giordano, Carmela Palumbo, direttore generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto, Elena Donazzan, assessore all‘Istruzione, alla formazione, al lavoro e alle pari opportunità della Regione del Veneto, e Matteo Montan, amministratore delegato del Gruppo Editoriale Athesis.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutto pronto alla Fiera di Verona per l'inaugurazione del Job&Orienta

VeronaSera è in caricamento