Attualità Tregnago

Scoperta di una fisica veronese premiata in un'università olandese

Un super microscopio ha permesso ad Irene Battisti di vincere il titolo di «Discoverer of the Year», lo scopritore dell'anno dell'università di Leiden

Irene Battisti ce l'ha fatta. Il suo super microscopio le ha permesso di vincere il titolo di «Discoverer of the Year», lo scopritore dell'anno dell'università olandese di Leiden. La fisica veronese era in corsa insieme ad altri sette candidati per il premio riconosciuto dall'ateneo. Un premio che è stato conferito in base ad una votazione online, ponderata poi in base alla grandezza degli istituti che fanno parte delle facoltà di matematica e scienze naturali.

La scoperta di Irene Battisti è un avanzatissimo microscopio Stm (scanning tunneling microscope), completato dalla giovane veronese insieme al dipartimento di meccanica. Uno strumento in grado di mostrare immagini sorprendentemente nitide di fenomeni della grandezza inferiore a quella di un atomo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperta di una fisica veronese premiata in un'università olandese

VeronaSera è in caricamento