rotate-mobile
Venerdì, 2 Dicembre 2022
Attualità Centro storico / Via del Pontiere

Incidenti stradali. L'airbag aiuterà la Polizia municipale a ricostruire la dinamica

Verona è la prima città d’Italia ad aver dotato i propri agenti della tecnologia Crash Data Retrieval per la rilevazione e la ricostruzione dei sinistri

A partire dalle prossime settimane, gli agenti della Polizia municipale saranno in grado di acquisire i dati registrati dalla centralina degli airbag negli istanti immediatamente precedenti un incidente. Verona, infatti, è la prima città d’Italia ad aver dotato i propri agenti della tecnologia Crash Data Retrieval per la rilevazione e la ricostruzione dei sinistri.

Mercoledì, 15 tra agenti e ufficiali del nucleo infortunistica stradale hanno concluso il corso di formazione per l’utilizzo dell’apparecchiatura CDR e saranno, quindi, in grado di analizzare i momenti che precedono lo scontro. Grazie ai dati conservati nella centralina airbag, che comprendono ad esempio raggio di sterzata del volante, pressione sui pedali del freno o dell’acceleratore, velocità del veicolo e decelerazione, gli agenti avranno a disposizione ulteriori conoscenze per comprendere il comportamento del veicolo e le azioni dei conducenti negli istanti precedenti il sinistro. I dati, poi, potranno essere messi a disposizione delle parti o dell’autorità giudiziaria per le relative valutazioni.

«Anche nella sicurezza stradale, la Polizia municipale di Verona è all’avanguardia – ha detto l’assessore alla Sicurezza Daniele Polato –. Abbiamo voluto dotare i nostri agenti di questo nuovo strumento per essere più efficaci nei nostri interventi a favore dei cittadini e, in particolare, nella rilevazione degli incidenti. Verona si conferma un’eccellenza a livello nazionale nella tutela della sicurezza, grazie alle nuove tecnologie».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidenti stradali. L'airbag aiuterà la Polizia municipale a ricostruire la dinamica

VeronaSera è in caricamento