rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Attualità Centro storico / Piazza Bra

Aliquote Imu invariate a Verona nel 2021, il consiglio comunale approva

Contrarietà è stata espressa dai gruppi consiliari di opposizione. Per le minoranze sarebbe stato necessario uno sforzo maggiore, con modifiche nelle aliquote che potessero dare sostegno ai cittadini

Aliquote Imu invariate anche per il 2021 e confermati i valori delle aree fabbricabili. È quanto è stato disposto ieri, 25 marzo, dal consiglio comunale di Verona. L'assise ha approvato con 24 voti favorevoli e 10 contrari le aliquote dell'imposta comunale sugli immobili per l'anno in corso. «Si conferma quanto deliberato nel corso del 2020 a seguito della riforma delle aliquote - ha spiegato l'assessore ai tributi Francesca Toffali - che, dallo scorso anno, ha eliminato la Tasi, la tassa che andava a finanziare i servizi indivisibili, accorpandola, di fatto, nell'Imu. Resta esente dal pagamento dell'Imu la prima casa, eccetto si tratti di beni di lusso. E ne risulta esente anche una sola pertinenza accatastata con l'abitazione principale, come un garage, una cantina o una soffitta».

ALIQUOTE IMU 2021

Restano esenti dal pagamento dell'Imu le abitazioni principali e le fattispecie ad esse equiparate, ad eccezione delle categorie di lusso alle quali è applicabile l'aliquota del 6,0 per mille e la detrazione di 200 euro. Anche per l’anno in corso è confermata un'aliquota ordinaria pari all'11,4 per mille.
A negozi e botteghe, laboratori per arti e mestieri, teatri e cinema, alberghi, fabbricati industriali, fabbricati commerciali, si conferma l'aliquota pari al 10,6 per mille. In caso di utilizzo diretto da parte del proprietario, l'aliquota da corrispondere è pari al 9 per mille.
Aliquota ridotta al 9,4 per mille, invece, per i proprietari di botteghe storiche iscritte nell'omonimo Albo del Comune di Verona.
Per le abitazioni locate a canone concordato l'imposta dovuta è calcolata sulla base delle diverse aliquote spettanti ed ulteriormente ridotta del 25%, previa presentazione dell'attestato di rispondenza al canone.

IL DIBATTITO

Contrarietà è stata espressa dai gruppi consiliari di opposizione Pd, Traguardi, Sinistra e Verona in Comune, Fare Verona e Lista Tosi, che hanno evidenziato la mancanza di soluzioni in grado di andare incontro alle nuove necessità della comunità veronese, gravemente penalizzata in ambito economico e sociale a causa della pandemia. Per le minoranze sarebbe stato necessario uno sforzo maggiore, con modifiche nelle aliquote che potessero dare sostegno ai cittadini.

NOVITÀ SUI REGOLAMENTI

Approvato, con 24 voti favorevoli ed 11 astenuti, il nuovo regolamento per l'applicazione del canone unico di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria e per l'occupazione delle aree e degli spazi pubblici destinati a mercati. Il documento è stato illustrato dall'assessore Toffali. Accolti dall'assessore 27 emendamenti tecnici, che apportano alcune modifiche al testo regolamentare. Come indicato dal regolamento, per l'occupazione di aree pubbliche destinate a mercati che si protraggono per tutto l'anno, si applica la tariffa standard pari a 60 euro. Per le occupazioni temporanee inferiori all'anno o giornaliere, realizzate da commercianti ambulanti senza posteggio fisso, si applica la tariffa standard di 1,30 euro all’ora. Resta escluso dal regolamento il commercio esercitato in forma temporanea: in occasione di manifestazioni od eventi che comportino presenze commerciali; nelle fiere; nei chioschi fissi; occupazioni effettuate da operatori stagionali.
Con 31 voti favorevoli, è stata approvata all'unanimità la modifica al regolamento per il Garante dei diritti delle persone private della libertà personale, con l’inserimento della possibilità di accostare a tale figura uno o più collaboratori di sua fiducia, che possano supportarla nelle attività che gli competono. Il documento è stato illustrato all’aula dal presidente del consiglio comunale Ciro Maschio.
Rinviata all'esame della commissione dei capigruppo la modifica al regolamento del consiglio comunale, con l'inserimento di un nuovo articolo per la gestione delle sedute in videoconferenza che, al di là del periodo di emergenza sanitaria, potrebbe diventare un'alternativa nella gestione delle sedute.

MOZIONI

Approvata con 29 voti favorevoli e 2 astenuti, la mozione a firma della consigliera del gruppo misto Carla Padovani sulla tragedia dei migranti in Bosnia Erzegovina, con cui si chiede di sollecitare tutti gli interventi necessari alla risoluzione.
Con 31 voti favorevoli, è stata approvata all'unanimità la mozione del consigliere comunale Lega Alessandro Gennari per le vaccinazioni in farmacia.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aliquote Imu invariate a Verona nel 2021, il consiglio comunale approva

VeronaSera è in caricamento