menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Verona Marathon

Verona Marathon

Verona Marathon, impatto economico da tre milioni di euro sulla città

L'evento sportivo di novembre ha un importante ritorno economico sulla città, di cui beneficiano tutti: operatori dell'hospitality, ristoratori, commercianti, ma anche musei e servizi locali

È diventato un autentico volano per il commercio e il turismo cittadino, l'appuntamento annuale con la Verona Marathon, giunto quest'anno alla diciottesima edizione. La competizione, che ha complessivamente portato in città 20mila persone tra atleti (7.308) e accompagnatori (12.756), ha avuto un impatto economico sulla sola città di Verona pari a quasi 3 milioni di euro.
I dati, relativi all’ultima Verona Marathon disputata nella località scaligera lo scorso 17 novembre, sono stati presentati sabato 14 dicembre nel corso del convegno «Verona Marathon: una opportunità per tutta la città», organizzato da Gaac 2007 Verona Marathon Asd. Numeri che parlano chiaro, descrivendo una manifestazione divenuta un'irrinunciabile occasione di richiamo turistico, in un periodo che viene tradizionalmente considerato di bassa stagione. Quello originato dalla Verona Marathon è un autentico ripple effect che vede un importante ritorno economico sulla città, di cui beneficiano tutti: operatori dell'hospitality, ristoratori, commercianti, ma anche musei e servizi locali.

I dati, presentati dal Presidente di Verona Marathon Matteo Bortolaso, raccontano che quasi due partecipanti su tre sono arrivati a Verona accompagnati da familiari o amici e circa il 55% di loro si è fermato in città per almeno una notte. Addirittura un quarto dei maratoneti e dei loro accompagnatori è rimasto a Verona per tre o più giorni, pernottando in hotel (46,8%) e in strutture extra-alberghiere (53,2%). I partecipanti e gli accompagnatori provenienti dall’estero sono una pattuglia in continua crescita (12,5% del totale nel 2019, in crescita rispetto al 10,8% dello scorso anno; ma considerando i maratoneti in senso stretto sono stati quest’anno il 25% dei partecipanti), a dimostrazione della crescente fama della Verona Marathon a livello internazionale e della sua capacità attrattiva per il territorio. E proprio gli stranieri sono quelli che più spendono in città: il 90% di loro si ferma in città per qualche giorno, con una spesa media pro capite di oltre 650 euro per vitto e alloggio, shopping locale, musei, ma anche mezzi pubblici e perfino libri e guide turistiche. Gli italiani spendono invece una media di quasi 400 euro a testa. Un’importante boccata d’ossigeno per gli operatori dell’hospitality e per il commercio scaligero, con un impatto economico complessivo sulla città pari a oltre 2,832 milioni di euro.

Il grande coinvolgimento del tessuto economico cittadino, che gioca un ruolo di primo piano nell’ospitare e sostenere la manifestazione, è stato raccontato anche da Paolo Caldana di Confcommercio Verona, che ha sottolineato come la maratona porti un turismo di qualità in città e un grande ritorno per le strutture ricettive, non solo in centro storico ma anche in tutta la fascia periferica.
Daniel Frank, direttore di Verona Booking, ha invece voluto evidenziare il valore aggiunto rappresentato per la città, con una presenza di visitatori che sanno conciliare sport e cultura.
Antonella Andriani, vicedirettore dell'Accademia di Belle Arti di Verona, ha testimoniato quanto la maratona possa essere strategica per l’ulteriore sviluppo turistico della città, anche tramite l’attività della Scuola magistrale di Italian Strategic Design.
Ma Verona Marathon è anche un momento di condivisione e di partecipazione per il mondo del sociale e del volontariato cittadino. Negli ultimi 5 anni, la Verona Marathon ha permesso una raccolta complessiva di 280mila euro in donazioni solidali.

Alla luce di questi dati, è unanime il sostegno della politica alla manifestazione. «Credo tantissimo nella Verona Marathon – ha dichiarato Federico Sboarina, sindaco di Verona – L'impatto turistico ed economico di questa manifestazione è enorme. Bisogna farla crescere ulteriormente, e l'intenzione dell'amministrazione comunale è continuare a promuoverla e sostenerla: stiamo pensando per esempio a far sì che la maratona possa passare attraverso l’Arena. E bisogna sempre lavorare affinché ogni edizione sia sempre migliore, anno dopo anno, per tutti: atleti, cittadini, visitatori. Occorre riconoscere la forza di un evento sportivo come questo sul piano dell’immagine internazionale, che genera un grande indotto turistico e quindi economico. Sono famiglie e gruppi di appassionati che girano per la nostra città, visitano i nostri musei, riempiono i nostri alberghi, mangiano nei nostri ristoranti, fanno spese nei nostri negozi: presenze di qualità, che aiutano tra l’altro a combattere il turismo mordi e fuggi. Verona Marathon è un autentico patrimonio per la città di Verona e non dobbiamo darla per scontata».
«Verona Marathon deve diventare sempre più la "maratona di Verona" e non più solo la "maratona a Verona" - ha detto Matteo Bortolaso, presidente di Verona Marathon - Il nostro impegno è volto a organizzare ogni anno un evento sportivo che sia davvero la festa di tutti i veronesi, e per questo ringraziamo l'amministrazione comunale, senza la cui collaborazione la Verona Marathon non sarebbe possibile, e la forte vicinanza dimostrata da enti pubblici, tessuto associativo ed economico-commerciale, insomma da tutta la cittadinanza. Le grandi città, le belle città attraggono di più perché chi partecipa si sente arricchito dal correre "attraverso la storia": e in questo una città come Verona presenta degli atout straordinari su cui si può investire ancora».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento