Attualità

Un tunnel tra la Valle dell'Adige e il Garda, da Trento rilanciano l'idea

Il presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti ne ha parlato con i sindaci trentini di Avio, Ala, Brentonico, Dolcè, Ferrara di Monte Baldo, Brenzone, Brentino Belluno, Torri del Benaco e Malcesine

Galleria (Foto di repertorio)

Il presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti ha convocato una riunione con i sindaci trentini di Avio, Ala, Brentonico, Dolcè, Ferrara di Monte Baldo, Brenzone, Brentino Belluno, Torri del Benaco e Malcesine. Fugatti ha riproposto ai rappresentanti dei comuni trentini e veronesi l'idea di creare un tunnel nel Monte Baldo per unire la zona della Valle dell'Adige con quella del Garda.
Il progetto è ancora del tutto ipotetico, come scrive Michele Viganò sul TrentoToday, ma potrebbe concretizzarsi, vista la rinnovata intesa tra gli amministratori gardesani e quelli trentini.

Il tunnel bucherebbe l'altopiano di Brentonico e andrebbe dritto fino a Malcesine, ma è difficile calcolarne la lunghezza, dato che ancora non c'è nulla di concreto attorno a questo progetto. Sarebbe comunque il tunnel più lungo del Trentino e permetterebbe ai turisti provenienti da Nord di raggiungere la sponda veneta del Garda senza passare per Riva, alleggerendo così il traffico spesso congestionato nella stagione estiva nella punta settentrionale del lago.
La galleria non dovrebbe essere molto grande. Quanto basta per far passare una strada a due corsie.

Tra le alternative a questa soluzione, ci sarebbe un collegamento in funivia tra Avio e Malcesine, il quale unirebbe gli impianti di Prà Alpesina e del Telegrafo. 

Fugatti ha comunque lanciato l'idea, lasciando ai Comuni la libertà di scegliere se appoggiare il progetto del tunnel oppure no.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un tunnel tra la Valle dell'Adige e il Garda, da Trento rilanciano l'idea

VeronaSera è in caricamento