Martedì, 26 Ottobre 2021
Attualità

Alcol, Covid-19 e lockdown: i Gruppi Familiari Al-Anon per parenti e amici di alcolisti

Al-Anon è un'associazione di auto-aiuto che si occupa anche a Verona del problema dell’alcolismo

Riceviamo e pubblichiamo la lettera aperta dei Gruppi Familiari Al-Anon di Verona:

«Caro Direttore, in questi tempi di chiusure ci viene una riflessione. Stiamo affrontando un periodo buio a causa di un Virus, dobbiamo stare attenti a frequentare gli altri, dobbiamo stare presso la nostra casa con i nostri familiari. Questa può essere una buona occasione per rafforzare i rapporti con i nostri cari, che purtroppo troppo spesso diamo per scontati a causa del lavoro, della fretta, delle mille distrazioni ed impegni. Si fa colazione in fretta ed a volte nemmeno tutti insieme, si pranza e si cena ad orari diversi, c’è il lavoro, la palestra, i compiti dei figli, le varie attività ad essi connesse. Tutto gira intorno ad un’alta velocità. Ecco che arriva il Lockdown che ci costringe a casa, si lavora in Smart Working, le lezioni dei figli sono on-line, si fa sport tutti insieme. É una bella occasione per riscoprire la Famiglia. A volte ci si deve fermare per apprezzare le cose vere della vita. Può essere un periodo di riscoperta sì …..bello!

Purtroppo però esistono Famiglie diverse. Famiglie dove ci sono dei problemi, dove le varie occasioni di lavoro e svago sono una “fortuna”. Dove più si sta fuori meglio è. Dove i sotterfugi e le bugie sono un modus vivendi, per non affrontare i problemi. Le mogli ed i mariti non vedono l’ora di restare soli, i figli poi…si ritagliano spazi di solitudine o svaghi eccessivi. Ci sono Famiglie dove c’è l’alcolismo! In queste Famiglie stare insieme si trasforma in sofferenza, a volte in tragedia. Il problema dell’alcolismo crea violenza sia fisica, ma soprattutto verbale, quel tipo di violenza che mina la personalità dei familiari. In queste Famiglie il Lockdown diventa una prigione. Le occasioni per procurare l’alcol diventano nulle o quasi, ci si nasconde e non si sa come chiedere aiuto. Noi familiari abbiamo bisogno di informazioni per poter conoscere e capire quello che ci sta capitando, per poi agire di conseguenza, perché da soli non possiamo farcela.

L’alcolismo crea isolamento, i rapporti sono alterati, si prova ansia, paura, vergogna e rabbia perché non siamo in grado di risolvere il problema, accettiamo promesse che non vengono mantenute e ci illudiamo sia la volta buona. Questa lettera vuole essere una luce di speranza per queste Famiglie. Con questa lettera si vuole informare che esistono i gruppi di supporto per i Familiari di Alcolisti, si chiamano gruppi Al-Anon.

Siamo un’associazione di Familiari ed Amici di Alcolisti, ci aiutiamo attraverso le nostre esperienze. Condividere il proprio vissuto ci fa sentire meno soli. Ci fa vedere uno spiraglio di luce nel tunnel dell’alcolismo. La nostra Associazione collabora con l’Associazione Alcolisti Anonimi. É un’Associazione di auto-aiuto, che si sostiene da sola, non ci sono quote da pagare per farne parte, tutto quello che serve è il desiderio di star bene. Crediamo che con una informazione adeguata e specifica sul problema dell’alcolismo si trovi il coraggio per chiedere aiuto.

Il numero di telefono per Verona e provincia dedicato ai Familiari di Alcolisti è: 345-5336279 dove risponderà un Familiare. La nostra Associazione è a livello mondiale, in Italia c’è il numero verde 800 087897 Membri Al-Anon».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alcol, Covid-19 e lockdown: i Gruppi Familiari Al-Anon per parenti e amici di alcolisti

VeronaSera è in caricamento