rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Attualità

Ulss 9 e Go Safe, oltre 4 mila alcoltest eseguiti: fuori dai limiti il 39% dei guidatori

L'azienda sanitaria ha presentato i dati del progetto relativi al 2023, durante il quale sono state realizzate 81 uscite in oltre 50 eventi, contattando 7100 persone e distribuendo 6.045 alcoltest monouso e facendo 4292 alcoltest

A Verona nel 2023 la polizia locale ha registrato 1625 violazioni accertate in incidenti stradali: 127 le multe comminate per guida in stato di ebbrezza e 30 per stato di alterazione provocato da sostanze stupefacenti o psicotrope.
Diventa sempre più necessario agire a livello di prevenzione e in quest'ottica si muove il progetto Go Safe, volto a sensibilizzare e sviluppare la capacità critica delle persone, lavorando sull’auto- percezione del proprio stato psicofisico.
Il progetto Go Safe rientra nel piano triennale delle Dipendenze della Regione Veneto ed è stato realizzato in co-progettazione tra il Dipartimento delle Dipendenze dell'Azienda Ulss 9 Scaligera diretto da: dottor Camillo Smacchia, dottor Felice Alfonso Nava e precedentemente dalla dottoressa Sabrina Migliozzi, e la Cooperativa Energie Sociali di Verona. Referenti del progetto Go Safe sono il dottor Andrea Saccani Andrea (Ulss 9) e il dottor Cristiano Bolzoni (Energie Sociali).

Progetto Go Safe a Villafranca-2

L’ATTIVITÀ NEL 2023 - Evoluzione degli storici progetti Tutor e Giochi Puliti, Go Safe in tutto il 2023 ha svolto la sua attività capillarmente sul territorio di Verona e provincia, negli eventi di maggior richiamo, con l’obiettivo di essere presente nei luoghi di aggregazione e possibile consumo di sostanze per favorire la consapevolezza dei rischi legati all'uso di alcol e gli atteggiamenti di riduzione del danno e degli incidenti stradali correlati. In questi mesi di attività gli "operatori tutor", dopo un periodo di formazione e supervisione hanno operato sia un'azione di informazione e sensibilizzazione, ma soprattutto hanno avuto modo di raccogliere alcuni dati sul fenomeno del consumo di alcol.

Progetto Go Safe Ulss 9-2

LE CIFRE DEL 2023 - Nel 2023 sono state realizzate 81 uscite in oltre 50 eventi, contattando 7100 persone e distribuendo 6.045 alcoltest monouso e facendo 4292 alcoltest.
In 81 interventi sono state testate 4068 persone: il 72% erano maschi e il 37% femmine.
Gli alcoltest somministrati sono stati 4298:

  • il 61% è risultato entro il limite legale per la guida, cioè le persone avevano in corpo meno di 0,5 grammi di alcol per litro di sangue;
  • il 19% si collocava tra lo 0,5 e lo 0,80 g/l;
  • un ulteriore 16% aveva tasso alcolemico tra 0,8 e 1,5 g/l;
  • un 4% oltre il 1,5 g/l.

Sommando le percentuali, appare evidente come il 39% era da considerarsi fuori limite legale per la guida.
Oltre al tasso effettivo, interessante è la rilevazione della consapevolezza del proprio tasso alcolemico che, nel 48% dei casi veniva sottovalutato, indicando come tasso percepito un valore più basso di 20 punti; a dimostrazione di come la percezione del proprio stato sia uno dei fattori che viene prioritariamente messo in crisi dall'uso di alcol.

Rispetto al mettersi alla guida, anche se fuori limite legale:

  • il 21% ha dichiarato di far guidare un'altra persona;
  • il 57% ha dichiarato di aspettare (con le difficoltà della valutazione dei tempi di smaltimento);
  • il 22% ha ammesso di volersi mettere alla guida ugualmente.

Progetto Go Safe Ulss 9-3

Nonostante il tasso rilevato fosse oltre il limite legale, dunque, 1 persona su 5 ha dichiarato di mettersi comunque alla guida. Queste ultime sono sicuramente le persone sulle quali è difficile ma necessario intervenire per una modifica consapevole dei propri comportamenti rischiosi, per la propria e altrui sicurezza.
Chi si avvicinava allo postazione Go Safe di Ulss 9 era già in parte sensibilizzato a verificare il proprio stato psicofisico ma, evidentemente, non sufficientemente motivato ad operare un cambiamento nel proprio comportamento.

Le uscite si sono svolte in 33 Comuni della nostra provincia, coinvolgendo le amministrazioni Comunali, le Pro loco e gli enti che lavorano nel mondo del divertimento notturno. Questo tipo di interventi nei contesti del divertimento, infatti, sono stati possibili grazie alla sensibilità di organizzatori di eventi e gestori di locali, oltre che degli assessori e degli amministratori dei molti Comuni che hanno ospitato le postazioni Go Safe.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ulss 9 e Go Safe, oltre 4 mila alcoltest eseguiti: fuori dai limiti il 39% dei guidatori

VeronaSera è in caricamento