Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Attualità Veronetta / Via Venti Settembre

Il rilancio turistico di Veronetta è partito nel weekend con Giardini Aperti

Sono state più di 400 le iscrizioni alla prima delle iniziative nate dal tavolo di lavoro per il quartiere. Sboarina: «Opportunità di conoscere il nostro territorio attraverso una diversa prospettiva di visita»

È iniziato con la visita ai giardini del palazzo Migliarese il fine settimana alla scoperta dei più bei cortili privati di Veronetta.
Sono state più di 400 le iscrizioni dei veronesi e dei turisti che sabato e domenica scorsi, 25 e 26 maggio, grazie all'iniziativa Giardini Aperti, hanno avuto la possibilità di vedere e scoprire luoghi inaccessibili, per lo più sconosciuti, ma anche spazi che raccontano la storia del quartiere. Un affascinate percorso di 18 tappe verdi, che ha incluso la visita al Giardino Giusti, oltre a cortili di palazzi privati e monasteri, come Casa Nazareth e Congregazione Figlie di Gesù.

Giardini Aperti è stata la prima delle iniziative nate dal tavolo di lavoro per Veronetta. Negli ultimi mesi, infatti, amministrazione comunale e Giardino Giusti hanno coinvolto vari soggetti per un comune obiettivo: il rilancio turistico del quartiere, con le sue attrattive culturali ma anche con il fascino autentico di uno spaccato fuori dai classici circuiti.

All'avvio delle visite, sabato mattina, sono intervenuti tutti i rappresentanti di istituzioni, enti e realtà private che fanno parte del tavolo per la promozione di Veronetta, come il sindaco Federico Sboarina, l'assessore alla cultura Francesca Briani, la presidente della neo associazione Giardini Aperti Verona Maria Giulia da Sacco e la sua vicepresidente Anna Pasti. «Questa città è un'infinita scoperta di luoghi e spazi di eccezionale bellezza - ha detto il sindaco - Basta avventurarsi al di fuori dei normali percorsi di visita, con pochi passi a piedi partendo dal centro, per scoprire punti di Verona per molti ancora sconosciuti. Giardini Aperti è senza dubbio una splendida opportunità di conoscere il nostro territorio attraverso una diversa prospettiva di visita».
«Un'operazione di visibilità straordinaria per alcuni dei più bei giardini e cortili della nostra città - ha aggiunto l'assessore alla cultura - Questa iniziativa, frutto della collaborazione con tutte le realtà che vivono questa zona di Verona, rappresenta una splendida occasione per far conoscere, a veronesi e turisti, spazi splenditi, ma per molti aspetti ancora sconosciuti. Con oltre 400 visitatori iscritti, questa prima edizione ha indubbiamente riscosso un forte apprezzamento da parte del pubblico».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il rilancio turistico di Veronetta è partito nel weekend con Giardini Aperti

VeronaSera è in caricamento