Venerdì, 22 Ottobre 2021
Attualità

Premio Anci Sicurezza Urbana 2018. Premiato il "veronese" Giano 2

Lo ha ritirato a Rimini l’assessore Edi Maria Neri, durante l’assemblea nazionale di Anci: «Rappresenta una svolta importante, garantendo l’immediata verifica sulla regolarità dei veicoli in circolazione e dei documenti utilizzati dai conducenti»

È il progetto veronese della Polizia municipale Giano 2 il vincitore del “Premio Anci Sicurezza Urbana 2018”. L’importante riconoscimento è stato ritirato oggi, 25 ottobre, dall’assessore Edi Maria Neri, durante l’assemblea nazionale di Anci, in corso a Rimini.

“Con l’avvio del progetto, lo scorso febbraio – ha ricordato la Neri -, Verona è diventata in Italia città capofila per la sicurezza urbana e stradale. Giano 2 è ideato e realizzato interamente a Verona dal Comando della Polizia municipale e dal settore Informatica. Rappresenta una svolta importante, garantendo l’immediata verifica sulla regolarità dei veicoli in circolazione e dei documenti utilizzati dai conducenti. Un risultato importante oggi confermato da questo riconoscimento, che premia l’eccellenza e l’innovazione dalla nostra città in questo settore”.

Il progetto “Giano 2 - Gestione Informatica Accertamenti Nuclei Operativi” è stato sviluppato dal Comando di Polizia municipale in collaborazione col Settore Informatica del Comune e la Cooperativa sociale Galileo onlus. Attraverso l’incrocio di più database, anche esterne alla rete comunale, in pochi secondi il sistema Giano 2 fornisce all’agente i dati del veicolo, del proprietario, della patente compresa la visualizzazione della foto, le informazioni da banche dati estere, la presenza o meno di provvedimenti di fermo, sequestro, radiazione dal Pubblico Registro Automobilistico, di veicoli rubati, le sanzioni, i permessi di sosta e disabili, i veicoli inseriti nelle black list, i dati anagrafici.

Edi Maria Neri-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Premio Anci Sicurezza Urbana 2018. Premiato il "veronese" Giano 2

VeronaSera è in caricamento