San Bonifacio, al comando dei carabinieri è arrivato Gianluca Sanzò

Originario di Maglie, in provincia di Lecce, ha intrapreso la carriera nell'Arma nel 1999. Ha due lauree, è sposato ed ha due figli

Gianluca Sanzò

È avvenuto oggi, 7 settembre, il cambio al comando della compagnia dei carabinieri di San Bonifacio. Il capitano Gianluca Sanzò ha avvicendato il collega Daniele Bochicchio, trasferito a nuovo incarico a Roma.

Il capitano Sanzò, 42 anni, è originario di Maglie, in provincia di Lecce, ed ha intrapreso la carriera nell'Arma nel 1999. Ha frequentato i corsi della Scuola Allievi Carabinieri di Chieti, la Scuola Marescialli e Brigadieri di Firenze e la Scuola Ufficiali di Roma.
Laureato in scienze della sicurezza interna ed esterna all'università di Roma Tor Vergata ed in scienze della sicurezza e del controllo sociale all'università di Forlì, è sposato ed ha due figli.

Intrapresa la vita militare, ha svolto servizio nel Viterbese ed in provincia di Firenze per poi essere trasferito al Nas di Roma, dove si è particolarmente dedicato ad attività di indagine finalizzate al contrasto del traffico illegale online di sostanze stupefacenti. Conoscitore del web e dei social media, ha svolto servizio negli ultimi tre anni nella sezione comunicazione digitale del dipartimento di pubblica informazione e comunicazione dell'ufficio generale del Capo di Stato Maggiore della Difesa. In precedenza ha retto per 5 anni, prima da vice e poi da comandante, la sezione motociclisti del nucleo radiomobile di Roma.

Il capitano Sanzò, nel salutare i militari della sede, ha indicato le linee maestre del suo personale impegno, nella prospettiva di rendere un servizio sempre più efficiente alla collettività cui rivolge un cordiale saluto, assicurandola dell'assiduo impegno dell'Arma sul territorio, in comunione d'intenti con le altre istituzioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • La zona "gialla plus" di Zaia peggio di quella arancione? Commercianti aperti, senza clienti

  • Coronavirus: in Veneto 18 morti da ieri sera, Verona provincia con più casi attuali e decessi

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Coronavirus, a Verona tornano a salire i ricoveri in terapia intensiva

Torna su
VeronaSera è in caricamento