rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Attualità Centro storico / Via Roma

"Il flauto magico" di Mozart inaugura la stagione d'opera e balletto a Verona, Zaia: «Fondazione Arena pilastro culturale del Veneto»

«La Fondazione Arena di Verona - ha detto il governatore - è un pilastro culturale che non solo celebra l’arte e la musica, ma contribuisce anche alla crescita e al benessere della nostra società in chiave economica e turistica, oltre che culturale»

«Esprimo il mio sostegno e auguro il meglio per l’inaugurazione della stagione d’Opera e Balletto 2024 del Teatro Filarmonico della Fondazione Arena di Verona che prende il via domenica 21 con "Il Flauto magico" di Mozart». Così il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia ha salutato l’apertura della stagione d’Opera e Balletto 2024 del Teatro Filarmonico della Fondazione Arena di Verona che vedrà la celebre opera "Die Zauberflöte | Il Flauto magico" di Wolfgang Amadeus Mozart inaugurare il Filarmonico quest'oggi con successive repliche il 24, 26 e 28 gennaio.

"Il flauto magico" inaugura la stagione d'opera e balletto di Fondazione Arena al Teatro Filarmonico

«L’opera lirica, - ha quindi aggiunto il governatore del Veneto Luca Zaia - forma d’arte che combina musica, teatro, scenografia e costumi, riveste un’importanza significativa per la cultura, contribuendo alla preservazione e alla promozione di un patrimonio culturale importante, come quello veneto, che ha radici storiche profonde».

L’orchestra della Fondazione Arena di Verona sarà diretta dal maestro Gianna Fratta e l’esecuzione è affidata a giovani interpreti già applauditi su importanti palcoscenici internazionali, tra cui Vinogradov, Fiume, Mezzaro, Siminska. «Il Veneto, - ha ricordato ancora il presidente Zaia - sede di due importantissimi santuari dell’Opera quali l’Arena di Verona e La Fenice di Venezia, è indiscutibilmente la patria della lirica avendo dato i natali a personaggi come Toti Dal Monte, Katia Ricciarelli e Renato Bruson, solo per citarne alcuni».

Infine il governatore del Veneto si è soffermato sull'importante dell'ente lirico veronese: «La Fondazione Arena di Verona è un pilastro culturale che non solo celebra l’arte e la musica, ma contribuisce anche alla crescita e al benessere della nostra società in chiave economica e turistica, oltre che culturale. Che la stagione abbia inizio, quindi, e che sia un successo, offrendo esperienze indimenticabili per tutti coloro che parteciperanno. Complimenti - ha concluso Zaia - e in bocca al lupo alla Fondazione Arena di Verona e a quanti si spendono per la buona riuscita degli eventi in programma».

"Il Flauto magico" a Verona è stato rappresentato nel ‘79, nel ’90 e nel 2015 in tre diversi allestimenti e ora torna in un nuovo spettacolo firmato per regia, scene e costumi dall’esperto Ivan Stefanutti, con l’assistenza di Filippo Tadolini e Stefano Nicolao, e luci del giovane Emanuele Agliati. L’allestimento, coprodotto fra i teatri di OperaLombardia, il Verdi di Trieste e la statunitense Opera Carolina, approda a Verona con la sua carica visionaria, onirica e fiabesca. L’Orchestra della Fondazione Arena di Verona e il Coro preparato da Roberto Gabbiani saranno diretti dal maestro Gianna Fratta, molto apprezzata nelle ultime stagioni al Teatro Filarmonico. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il flauto magico" di Mozart inaugura la stagione d'opera e balletto a Verona, Zaia: «Fondazione Arena pilastro culturale del Veneto»

VeronaSera è in caricamento