menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Filobus, il progetto prosegue. Bertucco: "Rimangono alcune criticità"

Sembrano ormai definitive le scelte della realizzazione del sottopasso in via Città di Nimes e della galleria pedonale in via San Paolo. Inascoltata la circoscrizione per quel che riguarda via Pisano

Il progetto del filobus continua a dare l'impressione di un colabrodo, persistono infatti numerose criticità.

A scriverlo è il consigliere comunale di Verona e Sinistra in Comune Michele Bertucco, il quale ha sottolineato quelli che da lui sono ritenuti dei difetti sul tracciato del nuovo mezzo pubblico di massa di Verona. La prima criticità è quella del tratto iniziale di via San Paolo dove l'arrivo del filobus creerà una sorta di imbuto. Per Bertucco la soluzione migliore è quello di creare una galleria pedolane e il suo timore è che a questa soluzione venga preferita l'introduzione di un senso unico alternato. Timore che pare essere fugato dall'attuale amministrazione, intenzionata a realizzata la desiderata galleria per i pedoni.

Vengono dissipati i dubbi su via Città di Nimes - ha fatto sapere poi Bertucco - dove è confermata la riunificazione dei sottopassi con l'eliminazione degli impianti semaforici così da far scorrere il traffico pubblico in superficie e deviare quello privato sottoterra.

Rimane però una mancanza, ed è quella del mancato accoglimento del suggerimento proposto dalla sesta circoscrizione, riguardante la parte del tracciato del filobus che riguarda via Pisano. "Come accaduto negli ultimi dieci anni - commenta Bertucco - le richieste dei quartieri continuano ad essere ignorate. Ci sarà da lavorare in fase di osservazioni il cui termine scade a fine luglio".

Intanto però il progetto filobus prende sempre più corpo e la speranza è che si possa rispettare la scadenza del 2022 per l'entrata in funzione del servizio. Il veicoli scelti per questo nuovo trasporto pubblico saranno completamente elettrici e viaggeranno su di un tracciato di oltre 23 chilometri. Il percorso del filobus avrà come suoi centri la stazione ferroviaria di Verona Porta Nuova e via Città di Nimes. Da questi punti si dirameranno i vari raggi del filobus che viaggeranno nelle quattro direzioni principali: a nord verso l'ospedale di Borgo Trento e via Ca' di Cozzi, a est verso San Michele e via della Corte, a ovest verso lo Stadio e a sud verso l'ospedale di Borgo Roma, il casello e il deposito che sarà in zona Genovesa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento