rotate-mobile
Attualità Isola della Scala

Quasi 70 mila piatti serviti in 18 giorni alla Fiera del Bollito con la Pearà

La 19° edizione della rassegna si è conclusa domenica, giornata nella quale è stato assegnato il premio Gran Bollito per il miglior piatto cucinato dagli stand durante l’evento

Si è chiusa domenica la 19a edizione della Fiera del Bollito con la Pearà, cominciata lo scorso 7 novembre a Isola della Scala. A vincere, per il quinto anno consecutivo, il premio Gran Bollito per il miglior piatto cucinato dagli stand durante l’evento, è stata la macelleria Lino di Bonferraro. A decidere una commissione di addetti ai lavori e ‘giudici’ popolari che hanno assaggiato, in più occasioni, la pietanza tipica preparata da tre diverse macellerie in Fiera.

Dai primi conteggi, i piatti serviti in 18 giorni di manifestazione si sono avvicinati a quota 70 mila.

«Nonostante l’edizione più piovosa di sempre siamo riusciti ad avvicinare il record dello scorso anno – evidenzia l’amministratore unico di Ente Fiera di Isola della Scala, Michele Filippi -. Abbiamo lavorato bene e hanno lavorato bene gli stand che hanno servito i nostri piatti tipici. La qualità paga e porta ad ottenere questi risultati».

«Ancora una volta le nostre manifestazioni sono un impulso per la crescita di aziende, realtà artigiane locali e associazioni isolane – ribadisce il sindaco di Isola della Scala, Stefano Canazza -. L’evento ha importanti margini di sviluppo e grazie a questa Fiera sempre più ospiti da fuori provincia conoscono e apprezzano il grande piatto della tradizione veronese».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quasi 70 mila piatti serviti in 18 giorni alla Fiera del Bollito con la Pearà

VeronaSera è in caricamento