Martedì, 28 Settembre 2021
Attualità

Donare il sangue prima di andare in ferie: l'appello lanciato da Fidas Verona

«Confidiamo nella generosità dei veronesi per far fronte alla flessione della raccolta, che nella seconda metà di luglio ha registrato un rallentamento, dopo mesi di ottima tenuta» ha detto la presidente Chiara Donadelli

Ferragosto in vista e vacanze, seppur di prossimità, programmate per molti veronesi. Prima di chiudere la valigia, però, Fidas Verona invita tutti i potenziali donatori a recarsi ai centri trasfusionali, che nel periodo estivo devono fare i conti con un calo del numero di sacche raccolte.

«Confidiamo nella generosità dei veronesi per far fronte alla flessione della raccolta, che nella seconda metà di luglio ha registrato un rallentamento, dopo mesi di ottima tenuta», informa la presidente provinciale di Fidas Verona, Chiara Donadelli. Il dato preoccupa l’associazione, che raduna quasi 12mila donatori in città e provincia. «L’andamento delle donazioni, in quest’anno anomalo, era andato molto bene fino al mese scorso – spiega la presidente –. I tanti appelli a donare lanciati durante la quarantena hanno mosso davvero un’ondata notevole di persone, desiderose di contribuire al fabbisogno giornaliero di sangue e plasma dei nostri ospedali». Le donazioni erano state rimodulate a marzo e aprile, raccogliendo in modo programmato lo stretto necessario per le terapie; a maggio, con la ripartenza delle chirurgie, il sistema è tornato a regime, grazie al sistema di prenotazione delle donazioni.

«In questi mesi i nostri donatori di sangue non si sono fatti abbattere dalle difficoltà, anzi: hanno raddoppiato il loro impegno, garantendo un’assistenza adeguata a chi è ammalato – prosegue Donadelli –. E, nonostante molti dei nostri eventi estivi siano stati posticipati, Fidas Verona continua a investire sulla promozione del dono, un gesto gratuito che fa bene a noi e agli altri».

Per prenotare la donazione basta telefonare al numero verde gratuito 800.310.611 (da fisso), allo 0442.622867 (per chiamate da cellulare), al 339.3607451 (cellulare per telefonate/sms) oppure inviare una mail a prenota.trasfusionale@aulss9.veneto.it. I requisiti sono sempre gli stessi: godere di buona salute, pesare almeno 50 chilogrammi e avere fra i 18 e i 65 anni.
Le linee guida del Centro Nazionale Sangue non prevedono sospensioni temporanee per chi viaggia in Italia. Se si viaggia all’estero, invece, è necessario attendere almeno 14 giorni dal rientro, eccetto per chi proviene da Stati membri dell’Unione Europea o dell’area Schengen (Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Svizzera), dal Regno Unito e Irlanda del Nord, Andorra, Principato di Monaco, Repubblica di San Marino e Città del Vaticano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donare il sangue prima di andare in ferie: l'appello lanciato da Fidas Verona

VeronaSera è in caricamento