Attualità

Festa della Repubblica, cerimonia "dinamica" a Verona per dare un segnale di ritorno alla normalità

La manifestazione si svolgerà comunque in forma ridotta e nel massimo rispetto delle misure anticontagio, ma intende trasmettere un messaggio di ripresa dalla crisi legata all’emergenza sanitaria

Immagine di repertorio

Mercoledì 2 giugno si festeggia il 75° anniversario della Festa della Repubblica, una delle feste nazionali più importanti e più sentite dalla cittadinanza, che mai come in questo ultimo anno di pandemia si è unita attorno ai valori e ai simboli del Paese.

Per volontà del Prefetto, quest’anno la ricorrenza del 2 giugno a Verona non sarà celebrata in forma statica, ciò per trasmettere ai cittadini un segnale di ripresa dalla crisi legata all’emergenza sanitaria e di ottimismo in vista di un concreto ritorno alla normalità. Nonostante questo, la manifestazione si svolgerà in forma ridotta e nel massimo rispetto delle misure anticontagio.

La cerimonia è in programma dalle ore 10 del mattino in piazza Bra, davanti al monumento di Vittorio Emanuele e inizierà con l’ingresso dei Labari, delle Associazioni Combattentistiche e d'Arma, del Gonfalone della Città di Verona, seguito dal Gonfalone della Provincia di Verona.

Dopo l'alzabandiera ci sarà la lettura del messaggio del Capo dello Stato Sergio Mattarella, a cui seguiranno i saluti del sindaco Federico Sboarina e del prefetto Donato Cafagna.
Come di consueto, le celebrazioni termineranno nel pomeriggio quando, sempre in piazza Bra, si procederà con l'ammainabandiera.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa della Repubblica, cerimonia "dinamica" a Verona per dare un segnale di ritorno alla normalità

VeronaSera è in caricamento