Attualità Centro storico / Via Cappello

Otto marzo, sei libri su tematiche "di genere" donati alla biblioteca civica

Regalo della consigliera comunale del PD Elisa La Paglia, consegnato insieme alla consigliera comunale di Bussolengo Verona Gasparini, che ha fornito lo spunto, e ad Anastasia Castellani di Donne Democratiche

Elisa La Paglia, Verona Gasparini e Anastasia Castellani

Celebrazioni ed eventi pubblici sospesi a causa del coronavirus ed anche la rassegna Femminile Plurale è fortemente limitata. «Ma questa emergenza non riuscirà a fermare la Giornata Internazionale della Donna», hanno dichiarato la consigliera comunale del Partito Democratico di Verona Elisa La Paglia, la consigliera comunale di Bussolengo Veronica Gasparini ed Anastasia Castellani, iscritta a Donne Democratiche.

Su spunto di Veronica Gasparini, che a Bussolengo è anche presidente della consulta per le pari opportunità, oggi, 7 marzo, Elisa La Paglia ha donato alla biblioteca civica di Verona una serie di nuovi titoli su tematiche "di genere". Libri che ancora mancavano dal catalogo della biblioteca. L'invito agli utenti della biblioteca e alla cittadinanza intera è di prenderli in prestito, leggerli e discuterne.
«I cambiamenti nella società passano dalla cultura e dal superamento degli stereotipi tanto quando dalle norme e leggi introdotte per la parità di genere - hanno commentato Gasparini, La Paglia e Castellani - Quello di oggi è un piccolo gesto che speriamo generi un grande cambiamento per le ragazze e ragazzi che li leggeranno».

I nuovi libri spaziano dall'attualità geopolitica con «L’atlante delle donne» di Joni Seager, la più aggiornata analisi di come vivono le donne nel mondo, fino a tematiche come il vivere positivamente il proprio corpo e valorizzarne la diversità, come «Rosso è bello, basta tabù sul ciclo!» di Lucia Zamolo. A questi si aggiungono: «Bastava Chiedere! 10 storie di femminismo quotidiano», «Manuale per le ragazze rivoluzionarie», «Tutte le ragazze avanti» e «La strana storia di Cappuccetto Blu».

In tempo di quarantene e scuole chiuse, le biblioteche comunali assumono una rilevanza fondamentale nella diffusione e nella condivisione delle idee - concludono La Paglia, Gasparini e Castellani - Ciò viene testimoniato anche dal numero quotidiano di prestiti che non differisce molto dai giorni pre-emergenza, sebbene non sia più possibile fermarsi in biblioteca a leggere e studiare.
Al personale delle biblioteche comunale va il nostro ringraziamento per lo sforzo organizzativo impresso quotidianamente, e a tutte le donne l'augurio che, sebbene più raccolto, questo 8 marzo resti un giorno importante di riscatto e orgoglio per tutte noi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Otto marzo, sei libri su tematiche "di genere" donati alla biblioteca civica

VeronaSera è in caricamento