menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Sci di fondo (Foto di repertorio)

Sci di fondo (Foto di repertorio)

Chiarimenti sul dpcm: centri commerciali chiusi il 7, sì allo sci di fondo

Centri commerciali chiusi lunedì perché è prefestivo dell'Immacolata, ma i bar al loro interno possono rimanere aperti. E in montagna sono chiusi gli impianti di trasporto degli sciatori, ma l'attività motoria e sportiva è ammessa

Lunedì, 7 dicembre, i centri commerciali saranno aperti? E posso praticare lo sci a livello amatoriale? A queste e ad altre domande frequenti ha dato una risposta la Regione Veneto, diffondendo alcuni chiarimenti sul dpcm da poco entrato in vigore.

CENTRI COMMERCIALI CHIUSI IL 7 DICEMBRE

Secondo le indicazioni provenienti dal Governo, che ha adottato la disposizione della chiusura dei centri commerciali anche nei giorni prefestivi, la giornata di lunedì 7 dicembre è prefestiva rispetto alla festività nazionale dell'Immacolata. Sono pertanto chiusi tutti gli esercizi commerciali indicati nel dpcm (centri commerciali, gallerie commerciali, parchi commerciali ed altre strutture ad essi assimilabili, a eccezione delle farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, di prodotti agricoli e florovivaistici, tabacchi ed edicole).

SCI AMATORIALE

La pratica amatoriale dello sci di fondo e di sci alpinismo, non implicanti uso di impianti di trasporto, non è vietata. Sono chiusi gli impianti dei comprensori sciistici, intendendosi per tali gli impianti di trasporto di persone ma l'attività motoria e sportiva è ammessa all'aria aperta, anche in aree attrezzate, nel rispetto del distanziamento di due metri. Lo sci di fondo può quindi essere praticato anche sulle scie appositamente tracciate con mezzi meccanici.

BIGLIETTI AEREI

Il fatto di aver acquistato un biglietto aereo prima delle restrizioni introdotte dal dpcm non costituisce un valido motivo di viaggio, a meno che il viaggio stesso non debba avvenire per una specifica causale (esigenze lavorative; assoluta urgenza; esigenze di salute; esigenze di studio; rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza). Se il viaggio diventa impossibile per le restrizioni, si ha diritto al rimborso.

BAR NEI CENTRI COMMERCIALI

Rimangono aperti anche nei giorni di chiusura del centro commerciale dal momento che la chiusura riguarda gli esercizi commerciali, mentre i bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie sono regolati come servizi di ristorazione, oggetto di disposizione diversa da quella sugli esercizi commerciali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Veneto in area "rosso scuro" per l'Europa. Zaia: «Dati fuorvianti»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento