rotate-mobile
Attualità

Riqualificazione ex Seminario, presentate più di 70 proposte

Candidature anche dall'estero

Si è conclusa lo scorso 27 marzo la prima fase del concorso di idee per l’area dell’Ex-Seminario di San Massimo di Verona. Sono in totale 73 le proposte pervenute agli organizzatori per la riqualificazione del grande spazio (il sito è di circa 17 ettari) di proprietà di Diocesi e Seminario vescovile di Verona, collocato nel quadrante ovest della città scaligera. 

Centrato anche l’obiettivo di coinvolgere realtà tra loro differenti, con adesioni da parte di studi di architettura, di urbanisti e ingegneri, ma anche di scuole, enti del terzo settore, società immobiliari, università e gruppi industriali. 

La maggior parte delle proposte sono arrivate dalla provincia scaligera (37), 7 dal resto del Veneto, 7 dalla provincia di Milano, e i rimanenti un po’ da tutta Italia, oltre a qualche candidatura dall’estero. 

Ora gli organizzatori procederanno alla verifica dei requisiti di ammissibilità e successivamente la giuria sarà chiamata alla selezione delle tre proposte vincitrici, secondo i criteri precisati dal bando. Alle tre idee vincitrici, che saranno rese note a fine maggio, verrà attribuito un premio in denaro, per un totale di euro 50.000.

Caratteristiche imprescindibili saranno capacità di contaminare gli ambienti rispettandone il contesto, la vocazione sociale e collettiva, ricercare nuovi layout funzionali, che mantengano una zona spirituale (in continuità con l'attuale grande chiesa dedicata a San Giuseppe, unico “vincolo” imposto dai committenti) come luogo di meditazione, di pensiero e di silenzio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riqualificazione ex Seminario, presentate più di 70 proposte

VeronaSera è in caricamento